Monasterace (Rc), domani i funerali della giovane mamma uccisa dal marito

Mary Cirillo3Continuano senza sosta le ricerche di Giuseppe Pilato, l’uomo di 30 anni che lunedì a Monasterace ha ucciso la moglie Mary Cirillo con un colpo di pistola al culmine di un litigio. L’attenzione degli investigatori è concentrata nella zona tra il paese e Guardavalle Marina, nel Catanzarese, dove è stata trovata l’auto dell’uomo. Una delle ipotesi degli inquirenti è che Pilato possa essersi suicidato. La ricerca, comunque, è stata estesa a tutto il territorio nazionale: l’auto infatti è stata trovata vicino ad una stazione ferroviaria. Non si esclude che si tratti però di un tentativo di depistaggio: l’uomo potrebbe avere trovato rifugio da qualche conoscente, o, più semplicemente, aver abbandonato l’auto per poi allontanarsi a piedi nelle campagne circostanti. Il figlioletto era in casa al momento del delitto – Dalla ricostruzione dei carabinieri, intanto, emerge che il figlio più piccolo della coppia, di due anni, era presente in casa nel momento dell’omicidio. Il padre, infatti, dopo il delitto si è presentato a casa dei genitori, dove c’erano gli altri figli, portando il piccolo e spiegando alla madre che la moglie non era in casa e che, quindi, aveva deciso di lasciare il bambino da loro. A trovare il cadavere, la figlia di dieci anni – Ad allertare i vicini, inoltre, non sarebbero state le urla dei due coniugi, come si era ipotizzato in un primo momento, ma della figlia di dieci anni della coppia che, tornando a casa, ha trovato il corpo della madre riverso in una pozza di sangue. E’ stato allora che sono scattate le ricerche di Pilato, che nel frattempo aveva fatto perdere le proprie tracce. Pare sia stata l’intenzione delle moglie di separarsi legalmente che ha scatenato l’ira cieca del Pilato. Domani alle 16.30 presso la chiesa di San Giuseppe Lavoratore a Monasterace si svolgeranno i funerali della ragazza mentre è prevista per le ore 21 di domenica una fiaccolata in ricordo della giovane mamma.