Messina: continua il contrasto al fenomeno del commercio ambulante abusivo

Abusivismo:negozianti Fontana Trevi, racket ha creato un sukDopo i controlli dei mesi precedenti concentrati principalmente nei confronti del contrasto contro il fenomeno dell’ambulantato di tipo “alimentare”, i Carabinieri della Compagnia di Messina Centro (nello specifico i militari della Stazione di Messina Arcivescovado) nella giornata di ieri, di concerto con personale della Polizia Municipale – Sezione Annona, hanno intensificato i controlli agli ambulanti dislocati sulla cortina del Porto di Messina, in corrispondenza del punto di sbarco delle navi turistiche da crociera. La situazione insostenibile venutasi a creare nel corso del tempo ha fatto si che si intervenisse per cercare di porre un freno a questo fenomeno, che di certo non può considerarsi come un buon biglietto da visita per la “città dello stretto”, visitata più volte nel corso delle settimane (specie nel periodo estivo) da imbarcaderi e navi turistiche, e di conseguenza esposta ancor di più all’occhio non solo della cittadinanza, ma anche di centinaia di visitatori.

Occupazione abusiva del suolo pubblico, gravi intralci alla circolazione sia dei pedoni che dei veicoli, assoluto e completo disinteresse nei confronti di licenze, autorizzazioni, concessioni e tasse, che cittadini onesti pagano ogni giorno: sono questi solo alcune delle ragioni che hanno portato a mal tollerare questa incresciosa criticità.

I controlli hanno portato diversi risultati: 7 le persone identificate, delle quali 3 contravvenzionate ai sensi dell’art. 20 della legge regionale 18/95 (poiché dediti al commercio su area pubblica privi di autorizzazione amministrativa); sequestrate migliaia di oggetti di svariato tipo (cappellini, foulard, ecc..) , per un valore di circa 10000 euro. Nella circostanza, ad opera di ignoti, venivano sequestrati 8 confezioni da 7 coltelli ciascuno di grosse dimensioni (per un totale di 56 coltelli rinvenuti) del valore di circa 1500 euro.

L’operazione, iniziata alle ore 09:00 e proseguita fino alle ore 14:00, in poche ore ha consentito di sgomberare le vie e le zone limitrofe alla cortina del porto; sono state sgomberate tutte le postazioni di vendita abusive, che creavano notevoli disagi a tutti i cittadini.