Licenziamenti al porto di Gioia Tauro: gli operai non si recano al lavoro per solidarietà

porto-gioia-tauroLe attività del porto di Gioia Tauro sono ferme perché tutti gli operai hanno deciso di non recarsi a lavoro in segno di solidarietà nei confronti di tredici colleghi licenziati da aziende esterne che si occupano delle attività di rizzaggio e derizaggio per conto di MedCenter. La decisione è stata presa dopo il nulla di fatto di una riunione convocata per stamane tra i sindacali e le tre aziende che hanno attuato i licenziamenti.