Gioiosa Jonica (RC): 550 multe in 24 ore, Codacons annuncia un esposto

multeCentinaia di automobilisti che il 13 giugno scorso si sono trovati a transitare sul territorio del comune di Marina di Gioiosa Jonica, in provincia di Reggio Calabria, stanno ricevendo, in questi giorni, multe elevate per aver superato i limiti di velocità. Niente di strano se non fosse che il numero di contravvenzioni elevate in un solo giorno dagli autovelox mobili installati dall’amministrazione comunale, appare abnorme: oltre 550 multe in meno di 24 ore (dato fornito dalla Polizia Municipale), in un comune che conta meno di settemila abitanti!”. Lo denuncia il Codacons, che segnala il clamoroso caso registrato in Calabria, e annuncia un esposto alla Procura della Repubblica di Locri e al Ministero dei Trasporti. Al centro delle polemiche e dei dubbi dei cittadini della zona, “la taratura degli apparecchi rilevatori della velocità e la decisione di installare gli stessi in un punto ‘sospetto’, allo scopo di fare cassa alle spalle degli automobilisti. L’autovelox mobile, ad esempio, sarebbe stato posizionato alla fine del centro abitato e a poche decine di metri dal cartello stradale che segnala la variazione del limite di velocità da 50 a 70 km orari, inducendo in errore gli utenti. Molti cittadini segnalano poi come non vi sia alcun avviso lungo la strada circa la presenza di autovelox, e come le sanzioni siano state elevate pur avendo superato di poco il limite di 50 km/h“. Il Codacons, accogliendo le richieste dei cittadini, ha deciso di vederci chiaro, e annuncia un esposto alla Procura della Repubblica di Locri e al Ministero dei Trasporti. “Siamo per la sicurezza stradale e per la lotta alla velocità, prima causa di incidenti sulle strade, ma vogliamo che i dubbi dei cittadini siano chiariti – afferma Giuseppe Cavallo, responsabile del Codacons Locride – Chiediamo al Ministero e alla Procura di accertare se gli autovelox siano stati installati in modo corretto, opportunamente segnalati agli automobilisti e con una taratura che tenga conto della tollerabilità del 5%, con un minimo di 5 km/h, così come prevede la legge”. “Vogliamo inoltre sapere dall’amministrazione comunale – conclude Cavalloquante infrazioni siano state in totale rilevate dagli autovelox installati a Marina di Gioiosa tra giugno e agosto 2014, e quale sia l’ammontare degli incassi per il Comune. In caso di mancata risposta, il Codacons nazionale non esiterà a diffidare l’amministrazione e presentare apposita istanza d’accesso“.