Fondazione Campanella, Talarico: “Non lasceremo nulla d’intentato”

Francesco-Talarico“Rassicuro il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo sulla massima attenzione mia personale e del Consiglio regionale sulla Fondazione Tommaso Campanella, considerata una realtà fondamentale nella sanità calabrese su cui questo Consiglio si è sempre pronunciato favorevolmente, nonostante il commissariamento del settore abbia sottratto potere legislativo al Consiglio”.

E’ quanto afferma il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico che aggiunge: “A maggior ragione, dopo l’audizione di qualche giorno fa dei vertici della Fondazione, giorno 7 agosto (è la data fissata per la seduta di Consiglio regionale) proporrò alla Conferenza dei Presidenti dei Gruppi consiliari di approvare in Consiglio una norma, concertata con la Fondazione, per la sua trasformazione in Irccs ed un ordine del giorno per dar corso alla transazione dei debiti pregressi al fine di garantire la copertura finanziaria che consentirà la successiva definizione dei piani di rientro con i creditori. Già nell’audizione svoltasi il 21 settembre a Palazzo Campanella - spiega il presidente Talarico - ho registrato, da parte dei vari Gruppi consiliari, la giusta sensibilità politica per sostenere una struttura che garantisce l’assistenza ai malati oncologici in Calabria, così come l’intenzione di rilanciare e potenziare il campo d’azione della Fondazione facendole ottenere il riconoscimento in Istituto a carattere scientifico (Irccs)”.

Ancora il presidente Talarico: “Siamo consapevoli della gravità in cui versa la Fondazione e i rischi cui vanno incontro i 250 dipendenti. L’aver ridotto lo stanziamento finanziario dai 40 milioni di euro del 2009 ai 10 milioni all’anno per il 2013 e per il 2014 , dinanzi ad un numero di posti letto e dipendenti invariato, è stato un grave errore. Non soltanto perché la Fondazione svolge, grazie alle sue professionalità, assistenza ai malati oncologici nella loro terra, ma anche perché la Calabria paga 49 milioni di euro l’anno per i ricoveri in altre regioni di pazienti oncologici”.

Infine, il presidente Talarico ha ricordato l’apprezzamento espresso verso l’azione del Consiglio regionale in favore della Fondazione Campanella, dal suo presidente, il prof. Paolo Falzea, e rimarcato che “Non lasceremo nulla d’intentato, affinché una struttura oncologica d’eccellenza come la Fondazione Campanella seguiti a svolgere nel suo campo assistenza, didattica e ricerca. Ma per farlo, anch’io sono del parere che sia urgente che la Fondazione, unitamente al riconoscimento in Irccs, torni ad avere presente la mission per cui è stata voluta dalla Regione e dall’Università: diventare un polo d’eccellenza nel Mezzogiorno italiano”.