Feste delle grandi Macchine a spalla: Franceschini firma decreto per tutelarle

varia di palmiLa Rete delle feste delle grandi Macchine a spalla italiane Patrimonio UNESCO dal dicembre scorso, consegue un importante e significativo risultato con la firma apposta dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini al decreto che istituisce il Tavolo di coordinamento delle istituzioni rappresentative dell’elemento “Le Feste delle gradi Macche a spalla” al fine di individuare programmare e promuovere iniziative volte alla sua salvaguardia, promozione e valorizzazione. Il Tavolo di coordinamento è composto dai Sindaci delle città della Rete Geremia Biancardi, Giovanni Barone, Nicola Sanna e Leonardo Michelini , dall’Assessore coordinatore Commissione beni e attività culturali della Conferenza Stato-Regioni Mario Calgiuri, dal responsabile tecnico-scientifico del progetto UNESCO Patrizia Nardi, dal Segretario Generale del Mibac Antonia Pasqua Recchia, dal Direttore generale per la valorizzazione del patrimonto culturale Anna Maria Buzzi, dal Dirigente del Servizio I Coordinamento e studi del Segretariato Generale Gianni Bonazzi. Presiederà il Tavolo di coordinamento che si riunirà per la prima volta  a settembre, il Sottosegretario di Stato Francesca Barracciu.

E’ un provvedimento importante, che richiama la peculiarità della candidatura di rete ed il ruolo “essenziale assegnato alle comunità nella salvaguardia dell’elemento”, risultato dell’istanza presentata da Patrizia Nardi per conto della Rete nel corso dell’incontro che si è tenuto nello scorso mese gennaio con il Gabinetto del Ministro al Mibact, durante il quale erano state illustrate alla presenza dei sindaci e degli onorevoli Paolo Russo e Giuseppe Fioroni le linee guida d’intervento, che prevedono il coinvolgimento di più ministeri, da quello della Programmazione economica al MIUR , al Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni, all’ENAC, ecc, anche in prospettiva di EXPO 2015. “E’ il punto serio da cui ripartire, dopo il brand UNESCO, per costruire insieme una prospettiva di sviluppo basata sulla cultura e sul turismo sostenibile. Un risultato – ha affermato Patrizia Nardi Coordinatrice della Rete – responsabile progetto UNESCO –  che premia la Rete per il percorso che continua a fare e per la propensione e l’attitudine a lavorare, appunto, in rete. Gli onorevoli del PD Mazzoli per Viterbo, Sanna per Sassari, Battaglia per Palmi, Manfredi per Nola e Russo ancora per Nola (FI), stanno molto lavorando per sostenere le ragioni di questo percorso, che ha un obiettivo più vasto che è quello di far riconoscere valore al patrimonio culturale immateriale italiano.Sono a loro firma, su un’istanza del coordinamento tecnico-scientifico della Rete che ha lavorato su questo tema con l’ufficio Patrimonio UNESCO,  gli OdG presentati nelle scorse settimane in favore dell’estensione della legge 77/2006 che finanzia i piani di gestione dei siti UNESCO di patrimonio materiale anche ai siti di patrimonio immateriale, ciò che darebbe alla ratifica italiana della Convenzione UNESCO 2003 – ha concluso –  un significato ed una pregnanza diversi”.