Elezioni regionali, professor Testa: “Renzi e Stasi parlano fuori dalle norme, dicano la verità”

Il sindaco Matteo Renzi nel corso del suo intervento a Pitti Uomo. Firenze,19 giugno 2013. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI“Sia la presidente Stasi che il presidente Renzi parlano di elezioni il 12 ottobre spropositamente perché senza conoscere l’esito della udienza della Consulta il prossimo 20 settembre non si possono fare previsioni di scadenze”. Lo dichiara il prof Antonio Testa,  docente a contratto di diritto pubblico.

“A parte che deve entrare in vigore lo Statuto per poter indire le elezioni e che prima vanno fatte le primarie di legge e almeno 45 giorni dopo le elezioni- dice Testa- con una legge elettorale incostituzionale in corso di comizi chiunque otterrebbe la sospensiva del provvedimento.  Il diritto-aggiunge Testa- non è un optional e va rispettato, innanzitutto dal Presidente del Consiglio e della Regione e le osservazioni formulate dall’on. JOLE SANTELLI sembrano quelle più esatte”.