DEAfest 2014: strepitoso successo a Gambarie per i 99 Posse [FOTO]

IMG_0556[1]I numeri non sempre sono sufficienti per definire la dimensione o decretare il successo di un evento. Ma nel caso di ieri sera, con il concerto dei 99 Posse a Gambarie, i numeri hanno confermato come l’edizione 2014 del DEAfest è stata fino ad ora quella che ha maggiormente coniugato grandi numeri con progettualità vincenti ed efficaci. Non era scontato il successo di ieri sera, non era scontato che a seguire i 99 Posse arrivassero oltre cinquemila appassionati da ogni angolo della provincia di Reggio Calabria e dalla vicina Sicilia, perché la piazza di Gambarie diventa di anno in anno sempre più esigente, abituata ad eventi che hanno sempre più il carattere dell’evento: da Vinicio Capossela nel 2010 a Mannarino nel 2012, passando per Max Gazzè, Bandabardò, Roy Paci e Giuliano Palma nella scorsa edizione, il concertone di chiusura del Festival è ormai uno dei momenti più attesi dagli appassionati, che conclude una programmazione intensa e ricca di appuntamenti, che per oltre venti giorni portano nella Vallata del Gallico decine di migliaia di visitatori, attratti dalla buona musica, dai sapori, dai paesaggi e dall’accoglienza di uno dei territori più affascinanti della provincia di Reggio Calabria.

IMG_0504[1]Per questo non era scontato, considerando anche che quello di ieri non era neanche il concerto di chiusura del Festival. E invece le atmosfere sono state quelle dei grandi eventi degli anni precedenti, con tanti giovani che già dalla sera prima hanno montato le tende nei boschi adiacenti la Piazza Grande di Gambarie e che prolungheranno il loro soggiorno aspettando la chiusura di domani. E i 99 Posse non hanno deluso le aspettative, con molti brani del cartellone presentati con sonorità elettriche estremamente rinnovate e a tratti sofisticate. Saliti sul palco verso le 22,30, Zulù e compagni sono andati avanti per quasi due ore con ritmi raggae e hip pop, davanti ad un pubblico danzante letteralmente scatenato, confermando come il gruppo partenopeo continui ad essere uno dei gruppi più avanzati nel panorama musicale italiano. Grande soddisfazione ha espresso la direzione del festival per l’efficacia delle scelte compiute, e grande soddisfazione ha espresso anche l’amministrazione comunale di Santo Stefano in Aspromonte, con il Sindaco Michele Zoccali e l’assessore Francesco Cannizzaro che ancora una volta hanno creduto nel successo e nelle ricadute prodotte da un evento ormai tra i più attesi dell’estate.

E domani sera l’VIII edizione del DEAfest chiuderà i battenti con il concertone finale dei SUD SOUND SYSTEM, la band salentina che lascerà la sua  impronta sul Festival. Il concerto sarà aperto dalla performance di ALEX PERDIDO, che con il suo progetto “Funk Machine” “riscalderà” la piazza di Gambarie con un dj set con album in vinile, per poi continuare al termine del concerto a far ballare la piazza del DAfest fino a notte fonda.