Camorra: il boss Aldo Gionta si travestiva da donna per eludere controlli

arresto-con-manetteAldo Gionta, catturato dai carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata (Napoli) e dei colleghi della compagnia di Modica (Ragusa) mentre tentava di imbarcarsi a Pozzallo, in Sicilia, per l’isola di Malta, era sfuggito lo scorso 5 giugno a un blitz delle forze dell’ordine che porto’ alla cattura di 10 suoi complici. Ieri sera e’ stato individuato a bordo di un’auto nell’area portuale di Pozzallo. Il boss era in possesso di una carta d’identita’ falsa, 1.000 euro in denaro contante ed era accompagnato da tre persone incensurate, un 23enne ed una 32enne di Torre Annunziata ed una 38enne di Sant’Antonio Abate, nel Napoletano. Dalle indagini dei militari dell’arma e’ emerso che Gionta, durante i suoi spostamenti, si camuffava con occhiali da vista e parrucche, arrivando anche a travestirsi da donna, per eludere i controlli delle forze dell’ordine. Aldo Gionta e’ stato condotto al carcere di Siracusa mentre gli altri 3 sono in attesa di rito direttissimo.