Alfano: “Cattura Gionta segnale di presenza dello Stato”

images Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, si è complimentato con il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Leonardo Gallitelli, per l’arresto del boss Aldo Gionta, capo dell’omonimo clan di Torre Annunziata, eseguito a Pozzallo dai Carabinieri del Comando provinciale di Ragusa e della Compagnia di Torre Annunziata. Gionta era ricercato, su mandato della Dda della Procura di Napoli, per associazione di tipo mafioso.

“Si tratta dell’ennesimo segnale che lo Stato dà al territorio a garanzia e a tutela dei cittadini onesti – sottolinea Alfano – Chi delinque non può mai farla franca e, alla fine, viene sempre individuato e assicurato alla giustizia. Un ringraziamento particolare, dunque, a coloro che, senza sosta e con professionalità e determinazione, lavorano per la legalità e per la sicurezza dei cittadini”.