fbpx

Reggio, polemica sui Vigili Urbani. La risposta al Comandante “non sono io quello dell’auto rimossa”

20140725_183923Dopo la risposta del comandante dei Vigili Urbani di Reggio Calabria, dott. Domenico Crupi, alla segnalazione di stamattina, il lettore (anonimo) di StrettoWeb replica nuovamente chiarendo che: “mio malgrado è facilmente individuabile come invece di ammettere l’evidenza il comandante si nasconda dietro una presunta ripicca, mi spiace per lui ma non sono la persona dell’auto rimossa ed ero completamente a piedi insieme ad altre persone e per ben 15 minuti abbiamo notato solo parlare tra gli agenti saluti e risate, altro che attività di polizia giudiziaria, inoltre le foto si riferiscono a ieri 25/07/2014 esattamente alle 18:40, quindi “Quel giorno” è solo ieri. Il sottoscritto tra l’altro contribuisce già al rispetto della cosa comune in quanto non ha mai preso una sola multa ed è uno dei così detti automobilisti virtuosi che non ha mai commesso neanche un banale tamponamento, e non solo, il sottoscritto per cercare un posto auto corretto è disposto a farsi 1000000 volte la via marina invece che trovare la soluzione più rapida ed incivile. Preciso inoltre che l’auto Panda bianca che si nota accanto ai vigili fermi con le moto non è un’auto fermata ma una stessa auto della polizia municipale, i cui occupanti scambiavano parole e risate con gli agenti seduti sulle moto. Fatto sta che in un paese NORMALE non esiste che davanti a un agente si possa commettere un’infrazione. Pertanto che il comandante si metta una mano sulla coscienza ed eviti di trovare scuse appendendosi sugli specchi. Distinti Saluti“.

Certo che, a prescindere dal merito della segnalazione, le parole rilasciate dal comandante Crupi stamattina a StrettoWeb sono assolutamente condivisibili e, anzi, dovrebbero rappresentare un monito e uno stimolo al senso civico di tutta la cittadinanza reggina.