fbpx

Messina: vacilla l’assistenza migranti alla scuola media Pascoli

Immigrazione: a Trapani migranti soccorsi a largo LampedusaLa gestione degli immigrati arrivati a Messina ed ospitati presso la scuola media Pascoli non ha funzionato a dovere. Nonostante le parti coinvolte come Comune, Croce Rossa, Vigili del Fuoco ed altri avessero garantito massima disponibilità, è stato l’intervento spontaneo dei volontari come il Movimento Cambiamo Messina dal basso (gruppo immigrazione) coordinati dall’esperta del sindaco Clelia Marano, della comunità di Sant’Egidio, dell’Unitalsi e dell’associazione Terra di Gesù Onlus, i migranti avrebbero trascorso anche la giornata di ieri (oltre la notte tra domenica e lunedì), completamente abbandonati a loro stessi.

Nel corso del tavolo prefettizio svoltosi sabato scorso era stato stabilito che a pensare al vitto sarebbe stata la Croce Rossa, ma ciò, come avvenuto, non ha contemplato anche la distribuzione dei pasti. Come sostengono dalla Prefettura, infatti, «la gestione interna spetta al Comune». Problemi anche nel numero dei posti letto a cui si posto parzialmente rimedio utilizzando le coperte invernali conservate al Pala Nebiolo. Alcuni migranti sono rimasti anche senza vestiti.

Di questa emergenza si è discusso in modo approfondito durante il tavolo prefettizio convocato d’urgenza ieri mattina: chiara la necessità di una maggiore collaborazione tra Asp 5 e Croce Rossa, i due soggetti disputati a curare,di comune accordo, proprio l’aspetto sanitario, in particolare in caso di assenza di personale Usmaf (Ufficio di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera). A confermare il carente monitoraggio medico, il ricorso, durante la notte di domenica, di personale medico chiamato ad intervenire alla Pascoli.