fbpx

Messina, autobus per arrivare in discoteca: l’Atm si prepara alla stagione estiva

foti e cacciolaL’assessore alla mobilità Gaetano Cacciola, ha presentato stamane insieme al direttore generale dell’ATM, Giovanni Foti, e al commissario speciale Domenico Manna, il piano dell’azienda trasporti per la stagione estiva.

L’obiettivo perseguito dall’Amministrazione è chiaro: “Vogliamo aumentare i mezzi per dare un servizio più efficiente. Cerchiamo, in questa direzione, di rinnovare l’utenza, puntando ai giovani che vanno in discoteca o a quelli che si recano nei lidi”. Con queste parole Cacciola ha presentato l’attivazione delle linee notturne.

Nei dettagli dell’iniziativa è sceso Foti, solerte nell’indicare i capisaldi della strategia ATM. Per il direttore generale, è fondamentale coprire l’intero territorio cittadino: a tal fine verranno attivate delle linee che collegheranno Torre Faro e Giampilieri al centro, sì da coprire sia la zona nord che la zona sud.

Nella zona nord opereranno tre autobus della linea 79 (Cavallotti – Statua di Padre Pio e viceversa), con una frequenza avente una forbice fra i 20 e i 30 minuti. L’ultima corsa, alle 4,10, partirà da Granatari. La zona sud, invece, sarà servita dall’utilizzo di altre tre vetture della linea 2 (Cavallotti – Giampilieri Superiore e viceversa), con una frequenza avente una forbice fra i 40 e i 50 minuti. Qui, l’ultima corsa da Giampilieri superiore, altezza Ponte di Santa Lucia, si terrà alle ore 3,15.

gtt autobus ATMIl piano, operativo sin dal 1° agosto, vivrà una prima fase sperimentale: si riscontrerà cioè il successo dell’iniziativa e l’eventuale adesione dell’utenza al servizio, per capire se vale la pena di proseguire lungo tutto il mese o se invece è necessario ridurre il numero delle corse. Non ci saranno variazioni nel prezzo del biglietto.

Facendo il punto sulla situazione odierna dell’Atm, Foti ha infine evidenziato come da Torino e da Milano giungeranno, in totale, 23 autobus, che si uniranno ai circa sessanta mezzi recuperabili dal nostro parco. Per quanto concerne la linea tranviaria, si spera di ottenere il finanziamento per l’acquisizione delle famigerate tre nuove vetture: “un investimento rilevante che, quando lo si fa, lo si fa per la vita”, ha chiosato il dg.