fbpx

Mercato Messina, Ferrigno: “nessuno dei reparti è ancora completo”. Capitolo abbonamenti: “in parte è una sconfitta ma i conti si fanno alla fine”

FerrignoDonnarumma, Temporini, Benvenga, Izzillo, Bjelanovic, Esposito, Nigro, Paèz, Altobello, Benvenga, Stampa ed altri ancora si aggiungeranno. La rosa del Messina che affronterà la prossima stagione di C Unica non è ancora completata ma nelle ultime settimane molti sono gli ingaggi messi a segno della dirigenza giallorossa. Dopo un’attesa che ha tenuto col fiato sospeso l’intera tifoseria è arrivata anche la firma dell’inossidabile capitano Giorgio Corona.

Nel frattempo la società è in costante lavoro per completare la campagna di rafforzamento. Come già è noto la prossima stagione sarà tutt’altro che semplice e per poter disputare un campionato da protagonisti (come confermato dal patron Pietro Lo Monaco) è necessario puntellare la rosa in ogni suo reparto con scelte accurate, ma soprattutto in base ai suggerimenti del tecnico Gianluca Grassadonia che, come nello scorso torneo quando arrivò a dicembre, ricopre sempre un ruolo importante nella campagna acquisti.

Quando si parla di calciomercato in casa Messina il ruolo importante lo ricopre senza dubbio il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno che raggiunto telefonicamente ha raccontato ai microfoni di StrettoWeb le ultime novità.

  • Direttore, partiamo da un aspetto poco felice: a soli 3Km da qui la Reggina ha già tagliato il traguardo dei 1500 abbonati mentre da questa parte dello Stretto la campagna prosegue al disotto delle aspettative..

E’ in parte una sconfitta, credo che i tifosi debbano sentirsi in colpa. I cugini hanno dato un’ottima risposta in termini di affetto alla squadra. Probabilmente avrà giocato il fatto di aver vissuto delle settimane ad un passo dal fallimento, ma è ben chiaro che da questa parte dello Stretto dopo due campionati vinti e un ritorno in un campionato con avversari di altissimo livello ci aspettiamo dei numeri assolutamente diversi. I tifosi dovrebbero riflettere su questo dato, rendersi conto di ciò che sta accadendo e impegnarsi per superare la cifra dei 1500 tesserati della Reggina.

C’è anche da dire che nell’ultima settimana il numero degli abbonati è cresciuto e crediamo che possa crescere ancora. Senza dubbio andremo avanti per la nostra strada, fiduciosi che alla fine potremo contare su un indotto ben diverso dai 700 di oggi per poter investire di più e allestire una rosa sempre più competitiva.Messina uscimmo a rivedere le stelle

  • Adesso parliamo di calciomercato. Centrocampo e attacco sembrano i reparti in cui si deve ancora intervenire per completare la rosa

In realtà anche la difesa dovrà essere ritoccata, non siamo ancora al gran completo. Stiamo cercando un difensore centrale che possa trovarsi bene nei tre del reparto. Per quanto riguarda il reparto offensivo, dopo Bjelanovic dovremo aspettarci qualche altro “colpo”? Se arriverà sarà organizzato e portato a buon fine con i tempi giusti, quando si cerca un calciatore di categoria superiore, o che ha già vinto un campionato, la trattativa non è mai semplice. In questi casi mettere d’accordo la società proprietaria, il procuratore e il giocatore non è cosa da poco e il tutto può protrarsi più del previsto. In ogni caso puntiamo ad aver già completato la rosa entro il 31 agosto senza dover tuffarci in una task forse nell’ultimo giorno di calciomercato.

  • Con la partenza di Costa Ferreira sarà possibile riuscire a trovare un elemento dalle simili caratteristiche?

Trovare un elemento che possa avere le sue caratteristiche può essere facile ma anche difficile allo stesso momento. Facile perché calciatori con quelle caratteristiche ne esistono tanti, difficile perché l’anno scorso non dimentichiamoci che lo sperimentammo a centrocampo a causa di una serie di assenze che dettarono la necessità di un suo impiego in una posizione più arretrata. Fu poi la sua e la nostra fortuna, ma figlia della casualità. Certamente puntiamo a ricoprire quel ruolo con un elemento che possa darci lo stesso brio e la stessa imprevedibilità dalla cintola in su, ma solo le prossime settimane di mercato potranno dirci cosa accadrà in quanto si tratta di un’operazione piuttosto delicata.