fbpx

I forconi tornano in strada, lunedì protesta ai traghetti di Messina

SCIOPERO TIR: CONFCONSUMATORI SICILIA, INTERVENGA LOMBARDOTornano in strada i Forconi, lo faranno da lunedi’ prossimo con una protesta, a partire dalle 7, agli imbarcaderi della Caronte a Messina. “Sara’ il preludio di un ‘Vaffa Day’ dedicato alle associazioni di categoria a cominciare dalla Coldiretti per finire alla triplice – afferma il leader del movimento, Mariano Ferro – e continueremo poi nei giorni a venire, a oltranza, sui traghetti nell’attesa di segnali di fumo. Se siamo arrivati all’auto difesa e’ colpa delle organizzazioni sindacali oltre che di politiche sbagliate o inesistenti. O Renzi & company difendono quel poco che e’ rimasto del tessuto economico Italiano – osserva – o in autunno, per quanto ci riguarda, non abbiamo altra strada che prepararci a vendere cara la nostra pelle. Occuparsi di riforme in piena estate, abbandonando al suo destino l’economia, e’ una operazione politica inaccettabile per qualsiasi impresa alla quale rimane ancora il coraggio di non espatriare. Ogni parola, ogni insulto per definire il mondo sindacale italiano sarebbe inchiostro o fiato sprecato”. I Forconi si dicono “non disponibili a accettare promesse e tavoli inconcludenti”. “Saranno presenti – anticipa Ferro – alcuni sindaci e ci auguriamo sia presente l’amministrazione regionale che ha gia’ dichiarato di condividere”. “I tempi supplementari sono finiti – conclude il leader del movimento – e e lunedi’ riprendiamo dai rigori. Non riusciamo a rassegnarci. Tra l’ufficiale giudiziario ed il carcere preferiamo il carcere con orgoglio”.