fbpx

Cosenza, Libreria Ubik: presentata edizione 2014 del Premio Sila ’49

DSC_0234E’ stata presentata ufficialmente, alla Libreria Ubik di Cosenza, l’edizione 2014 del Premio Sila’49. Il Direttore del premio, Gemma Cestari, il Presidente della Fondazione Premio Sila, Enzo Paolini, il Presidente della Giuria, Amedeo Di Maio, e lo scrittore Emanuele Trevi hanno illustrato ”la Decina” dei libri in concorso per la sezione Letteratura e l’articolazione dell’Edizione 2014. Alla presentazione ha preso parte il comitato dei lettori selezionati tra gli utenti della Libreria Ubik, che avra’ il compito di orientare, con il proprio parere, la Giuria nella selezione della ”Cinquina” dei finalisti. Il lettori Ubik avranno tre mesi di tempo per inviare alla giuria il parere sui libri in concorso. Il Premio ha la caratteristica di privilegiare le opere e la letteratura attente alla realtà e di rilievo civile, ha frequenza annuale ed è diviso in tre sezioni: Letteratura; Economia e Società; ”Sguardo da lontano”, dedicato a saggi e opere realizzati da autori stranieri che abbiano ad oggetto il Mezzogiorno. La Giuria si riserva, inoltre, di anno in anno, la facoltà di assegnare premi speciali alla carriera e all’opera complessiva di autori che abbiano una significativa attinenza con i valori promossi dal Premio. Anche quest’anno tra luglio e settembre si svolgeranno le presentazione dei singoli libri in concorso. La premiazione dei vincitori di tutte le sezioni del Premio Sila’49 avverrà il 22 novembre 2014.

”Quest’anno la Decina delle opere di narrativa in concorso – ha dichiarato Enzo Paolini, Presidente della Fondazione Premio Sila’49 – è molto equilibrata; le opere raccontano uno spaccato dell’Italia che da’ il senso della voglia di partecipazione alla vita sociale del Paese”.

Il Presidente Amedeo Di Maio ha valorizzato la vocazione ”sociale” del Premio. ”Oggi più che mai dobbiamo vivere  – ha spiegato Di Maio – le tre culture: umanistica, sociale e scientifica; e il Premio Sila’46 con le sue tre sezioni interpreta a pieno l’evoluzione e il sentire della società contemporanea”.

Il compito di illustrare i dieci libri finalisti è spettato al critico letterario e giurato del Premio, Emanuele Trevi: ‘‘Il Premio sin dalla sua istituzione è stato in grado – ha concluso Trevi – di precorrere i tempi. Gli autori premiati non rappresentano le opere ”di moda” in quel determinato periodo ma quasi sempre scrittori che hanno saputo cogliere un aspetto particolare e significativo della realta’, libri che non sono passati in una stagione ma che hanno fatto la storia”.

I dieci libri selezionati sono: Milena Agus – Luciana Castellina ”Guardati dalla mia fame” – Nottetempo; Giorgio Falco ”La gemella H” – Einaudi; Giovanni Greco ”L’ultima madre” – Nutrimenti; Francesco Pecoraro ”La vita in tempo di pace” – Ponte alle Grazie; Gilda Policastro ”Sotto” – Fandango; Giulio Questi ”Uomini e comandanti”- Einaudi; Luca Rastello ”I Buoni” – Chiarelettere; Antonio Scurati ”Il padre infedele” – Bompiani; Walter Siti ”Exit Strategy” – Rizzoli; Benedetta Tobagi ”Una stella incoronata di buio” Einaudi.