fbpx

Villafranca (ME): ecco il nuovo regolamento per raccolta differenziata “porta a porta” e rifiuti solidi urbani

raccolta_differenziataNella seduta di Consiglio Comunale del 17/06/2014 con 12 voti a favore e 3 astenuti, è stato approvato il Regolamento per la raccolta differenziata “porta a porta” dei Rifiuti Solidi Urbani. Questo provvedimento è molto importante perché detta l’insieme delle nuove regole che i cittadini villafranchesi saranno chiamati a rispettare da quando verranno rimossi i cassonetti dalle strade e partirà la nuova raccolta “porta a porta” con contemporanea apertura del Centro Comunale di Raccolta (C.C.R) ubicato presso l’Area Artigianale Fiorentino nella frazione Divieto di Villafranca Tirrena, nonchè con la prevista, successiva, costruzione delle Isole Ecologiche.

Salvo imprevisti impedimenti, si prevede che questo nuovo sistema di conferimento e raccolta inizi dall’autunno 2014. Tale Regolamento è altresì molto importante poiché rappresenta un pilastro fondamentale del programma elettorale dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco De Marco, che, sin dall’inizio, ha scommesso fortemente sia sulla pulizia generale dell’intero territorio comunale che sulla cura del decoro urbano, nonché sul definitivo superamento della disastrosa esperienza dell’ATO ME 2.

La riassunzione degli 11 ex-dipendenti comunali, così come il Piano d’intervento approvato dalla Regione Sicilia (tra i primi Piani approvati in tutta la Sicilia che prevede la gestione diretta da parte del Comune dell’intero ciclo dei rifiuti), e l’approvazione del presente Regolamento, rappresentano passi importantissimi per definire l’esperienza dell’ATO ME 2 semplicemente come un pessimo ricordo.

Siamo perfettamente consapevoli delle potenziali difficoltà e disagi che potranno riscontrarsi soprattutto all’inizio con la rimozione dei cassonetti e l’avvio della raccolta domiciliare o presso il C.C.R con tutte le regole che ne conseguono.

Siamo tuttavia ugualmente certi e convinti che solo attraverso una seria e puntuale differenziazione dei rifiuti si possa cominciare, grazie al senso civico ed ambientale che siamo certi la popolazione di Villafranca saprà dimostrare, ad abbassare prima possibile i costi della spazzatura che tante polemiche hanno destato in tutti i Comuni non solo della Provincia di Messina ma addirittura in tutta la Sicilia.

In buona sostanza, il principio secondo il quale chi inquina paga mentre chi è virtuoso viene premiato, è il concetto cardine alla base del nuovo Regolamento.

Questi i punti salienti del nuovo Regolamento per la raccolta differenziata “porta a porta” dei Rifiuti Solidi Urbani:

LA VERA RIVOLUZIONE: LA DIFFERENZIAZIONE DEL RIFIUTO UMIDO ORGANICO.

Se la differenziazione tra carta, plastica e vetro alluminio è di facile comprensione, più complicata è la differenza tra rifiuto secco indifferenziato e rifiuto umido organico.

Siamo abituati a buttare nella spazzatura tutto indistintamente.

Invece i rifiuti umidi ad alta putrescibilità, gli scarti del cibo così come i resti di frutta e verdura, le lische del pesce o i resti di carne e pasta.. etc.. rappresentano una importante risorsa oltre ad essere lo strumento maggiore per diminuire i costi della spazzatura.

La frazione umida organica in termini di peso, rappresenta mediamente tra il 25 ed il 40% dei rifiuti prodotti complessivamente.

Alla luce di tali percentuali è facile intuire come solo attraverso la differenziazione di tale rifiuto sia possibile diminuire sensibilmente i costi di conferimento in discarica.

LA DISTINZIONE TRA DIVERSE TIPOLOGIE D’UTENZA E LE ATTREZZATURE LORO ASSEGNATE (art.20 e seguenti, art. 22)

Le utenze dell’intero territorio comunale sono suddivise in:

utenze domestiche singole (case singole, fabbricati con meno di sei (6) nuclei familiari, negozi ed esercizi di piccolo conferimento).

utenze domestiche condominiali (fabbricati con più di sei (6) nuclei familiari compresi negozi ed esercizi di piccolo conferimento insistenti nel fabbricato stesso).

Utenze non domestiche (commerciali, artigianali, industriali di grande conferimento).

Ogni utenza domestica singola verrà dotata di un Kit personale fornito dall’Amministrazione Comunale in comodato d’uso che dovrà essere di uso esclusivo dell’utente ricevente.

Il kit sarà composto da 4 contenitori – pattumiera di dimensione variabile tra i 30 ed i 50 lt. di colore diverso a seconda del rifiuto prodotto, e specificatamente: Marrone per il rifiuto umido-organico. Grigio per il rifiuto indifferenziato. Bianco per la carta e gli imballaggi cellulosici. Giallo per la plastica. L’utente riceverà inoltre un depliant informativo che conterrà sia il calendario di conferimento, sia tutte le spiegazioni ed informazioni utili ad una corretta raccolta differenziata.

Inoltre verrà fornita dall’Amministrazione Comunale una dotazione di sacchetti biodegradabili-compostabili per l’obbligatorio conferimento della frazione umida-organica.

Ogni utenza domestica condominiale (fabbricati con più di sei (6) nuclei familiari compresi negozi ed esercizi di piccolo conferimento insistenti nel fabbricato stesso) verrà dotata, a seconda del numero di nuclei familiari abitanti il fabbricato, di un Kit condominiale fornito dall’Amministrazione che consisterà in bidoni carrellati in numero proporzionale alle utenze interessate da lt. 240, lt.360 e multipli, salvo diverse disposizioni concordate con l’Amministrazione stessa.

Tali contenitori saranno forniti dal Comune in comodato d’uso e saranno di uso esclusivo dell’utenza condominiale corrispondente, che dovrà farne un uso esclusivamente privato, esponendoli in aree condominiali comuni precedentemente concordate coll’Amministratore condominiale e con il gestore del servizio.

In queste aree, deve essere garantito libero accesso agli operatori di raccolta attraverso o salvo diverse modalità da concordare con i soggetti interessati ed il gestore del servizio.

LE UTENZE COMMERCIALI (art.8, art.20.11)

Le utenze che, secondo quanto stabilito nella vigente normativa, producono rifiuti speciali assimilabili agli urbani e non pericolosi, possono conferire questi rifiuti al soggetto che gestisce il servizio pubblico di raccolta dei rifiuti urbani, quando sia stata stipulata un’apposita convenzione.

Questa disposizione permetterà all’Amministrazione comunale, previa sottoscrizione di una apposita convenzione, di venire incontro alle esigenze delle attività di grande conferimento risolvendo contemporaneamente l’annoso problema dei cassonetti sempre pieni ed immaginando una tipologia di raccolta selettiva che possa permettere di capitalizzare al meglio le contribuzioni Conai dedicate ad alcune tipologie di rifiuto, in primo luogo imballaggi in carta/cartone plastica.

In sede di convenzione verranno inoltre stabilite le premialità dedicate alle attività virtuose.

LE METODOLOGIE, GLI ORARI DI CONFERIMENTO E LE CONDIZIONI METEREOLOGICAMENTE AVVERSE (art.20 e seguenti)

Agli utenti verrà consegnato un apposito calendario che stabilirà il giorno per il conferimento della singola frazione di rifiuto. I contenitori-pattumiera dovranno essere esposti a cura dell’utenza sulla sede stradale nei luoghi e negli orari stabiliti per la raccolta. I contenitori-pattumiera devono essere custoditi all’interno di spazi privati e posizionati sulla strada solo in concomitanza al passaggio dei mezzi di raccolta. Le singole frazioni di rifiuto andranno così conferite:

– Frazione umida organica:

Il conferimento e la raccolta della frazione umido-organico dei rifiuti urbani è effettuato esclusivamente tramite contenitori-pattumiera dedicati mono o pluriutenza di colore marrone.

Alle utenze sono assegnati contenitori-pattumiera di capacità e numero rapportato alla quantità produttiva della singola utenza.

Nei contenitori-pattumiera vengono introdotti i rifiuti organici esclusivamente contenuti nei prescritti sacchetti compostabili, forniti dall’Amministrazione comunale.

– Frazione secca – indifferenziata:

La raccolta dei rifiuti urbani ordinari indifferenziati viene effettuata col sistema “porta a porta” esclusivamente tramite contenitore-pattumiera di colore grigio fornito dall’Amministrazione comunale.

Esso può essere conferito in sacchetti di qualsiasi tipo eccezion fatta per i sacchi in carta o nei sacchetti compostabili forniti una tantum dall’Amministrazione Comunale.

Solo nel caso in cui il quantitativo del rifiuti ecceda la volumetria del contenitore-pattumiera esso può essere conferito in sacchi chiusi ed appoggiato al rispettivo contenitore-pattumiera.

– Frazione carta ed imballaggi cellulosici:

La raccolta della carta viene effettuata col sistema “porta a porta” esclusivamente tramite contenitore-pattumiera di colore bianco fornito dal Comune di Villafranca Tirrena.

Il rifiuto deve essere conferito sfuso all’interno del contenitore-pattumiera.

Solo nel caso in cui il quantitativo del rifiuti ecceda la volumetria del contenitore-pattumiera esso può essere conferito in sacchi di carta chiusi ed appoggiati al rispettivo contenitore-pattumiera.

La carta deve essere rigorosamente pulita, non deve esservi cioè frammisto alcun altro materiale quale plastica, polistirolo etc., né tantomeno immondizia di altra natura.

– Frazione plastica:

La raccolta della plastica viene effettuata col sistema “porta a porta” esclusivamente tramite contenitore-pattumiera di colore giallo forniti dal Comune di Villafranca Tirrena.

Il rifiuto deve essere conferito sfuso o in qualsiasi sacco in plastica (non sacchetti compostabili né sacchi in carta) all’interno del contenitore-pattumiera.

Solo nel caso in cui il quantitativo del rifiuti ecceda la volumetria del contenitore-pattumiera esso può essere conferito in sacchi di plastica di chiusi ed appoggiati al rispettivo contenitore-pattumiera.

E’ indispensabile, al fine di non appesantire i costi di raccolta e trasporto, che le bottiglie siano schiacciate e quindi tappate dall’utente prima di venire conferite e che le pattumiere siano conferite al servizio di raccolta solamente a capienza esaurita.

Bottiglie e flaconi devono essere rigorosamente puliti; non deve esservi cioè frammisto alcun tipo di residuo putrescente.

– Frazione vetro – alluminio:

Gli imballaggi primari e secondari in vetro e metallo vanno smaltiti esclusivamente negli appositi contenitori stradali o campane poste su suolo pubblico in aree videosorvegliate.

È in ogni caso consentito il conferimento diretto presso il C.C.R negli orari stabiliti con Ordinanza del Sindaco. Il servizio interessa la raccolta di contenitori in vetro: Barattolo in vetro, bottiglia in vetro, fiala in vetro. E’ comunque vietato il conferimento di: vetro retinato, vetro opale (es. boccette profumi), cristalli, vetri di automobili, schermi di televisori e lastre di vetro, vetri a specchio di ogni genere.

E’ preferibile che vengano esclusi dai contenitori in vetro conferiti i tappi a vite, le fascette e le protezioni varie in alluminio, stagnola e piombo.

La raccolta di imballaggi in metallo riguarda le lattine in alluminio (solitamente si tratta di lattine per bibite) e lattine in banda stagnata (per bibite, olio, cibi in scatola, cibi per animali etc..)

E’ indispensabile che le lattine siano rigorosamente vuote e mondate da residui del contenuto, meglio se debitamente sciacquate; è inoltre preferibile, anche se non tassativo, che le lattine siano preventivamente schiacciate.

– Le frazioni di rifiuto così specificate andranno conferite nei seguenti orari:

Per le utenze domestiche sia singole che condominiali così come sopra specificato non prima delle ore 21.00 e comunque non dopo le ore 06.00 (periodo dal 01-10 al 30-04)

non prima delle ore 22.30 e comunque non dopo le ore 06.00 (periodo dal 1-05 al 30-09)

Gli uffici, i negozi e gli esercizi di piccolo conferimento e dunque equiparati alle utenze domestiche dovranno conferire esclusivamente non prima dell’orario di chiusura e comunque non dopo le ore 06.00. Le utenze non domestiche di grande conferimento, che, secondo quanto stabilito dalla vigente normativa, producono rifiuti speciali assimilabili agli urbani e non pericolosi, possono conferire questi rifiuti al soggetto che gestisce il servizio pubblico di raccolta dei rifiuti urbani, quando sia stata stipulata un’apposita convenzione.

Quanto stabilito è riferito alla sera antecedente il giorno di raccolta comunicato nel calendario.

Es: se il mercoledì mattina è prevista la raccolta della frazione di rifiuto umido-organica, dovrò esporre il contenitore-pattumiera marrone dopo le ore 21.00 della serata del martedì sera e comunque prima delle ore 06.00 della mattina del mercoledì.

È rigorosamente vietato esporre i contenitori-pattumiera il sabato sera e fino alle ore 21.00 di domenica sera. I contenitori-pattumiera dovranno essere esposti a cura dell’utenza e salvo diverse disposizioni, sulla sede stradale nei luoghi e negli orari stabiliti per la raccolta. I contenitori-pattumiera devono essere custoditi all’interno di spazi privati e posizionati sulla strada solo in concomitanza al passaggio dei mezzi di raccolta. In caso di manifeste avverse condizioni meteo, soprattutto in caso di pioggia o vento forte il servizio di raccolta potrebbe subire rallentamenti o essere sospeso. Pertanto si vieta di esporre il contenitore-pattumiera e di riconferirlo nel primo giorno utile, secondo schema;

Nel caso di peggioramento improvviso delle condizioni meteo, se non è avvenuto il ritiro entro le ore 12.00, si norma di ritirare il contenitore-pattumiera esposto e di riconferirlo nel primo giorno utile, secondo schema; È in ogni caso consentito il conferimento diretto presso il C.C.R negli orari stabiliti con Ordinanza del Sindaco.

I CONFERIMENTI PARTICOLARI (art. 20.6, 20.7,20.8, 20.9,20.10)

– Rifiuti ingombranti e R.A.E.E:

Il conferimento e la raccolta differenziata dei rifiuti ingombranti avviene con le seguenti modalità:

A domicilio previa prenotazione telefonica al numero comunale preposto.

Deposito presso il Centro Comunale di Raccolta autorizzato muniti di documento di riconoscimento e secondo le modalità ed i tempi stabiliti dal regolamento di gestione del Centro Comunale di Raccolta.

– Rifiuti vegetali provenienti da aree verdi:

Il conferimento e la raccolta differenziata dei rifiuti vegetali provenienti da aree verdi, quali: giardini, parchi e aree cimiteriali, vengono effettuati secondo le seguenti modalità:

A domicilio previa prenotazione telefonica al numero verde gestito dal Comune. La raccolta, viene effettuata secondo le indicazioni quantitative stabilite con Ordinanza del Sindaco

Deposito presso il Centro Comunale di Raccolta, secondo le modalità ed i tempi stabiliti dal regolamento di gestione del Centro Comunale di Raccolta

E’ fatto obbligo al produttore di conferire il materiale mondato da ogni rifiuto estraneo, e di provvedere ad asportare sacchi e sacchetti, scatole o cassette, non in legno, utilizzati per il trasporto del materiale.

Lo smaltimento delle sostanze derivanti dalla pulizia delle campagne verrà effettuato secondo le modalità previste dalla vigente normativa.

– Pile esauste e medicinali scaduti:

Le pile esauste ed i medicinali scaduti devono essere conferite esclusivamente negli appositi contenitori-pattumiera presenti presso rivenditori di pile, e negli appositi contenitori presenti presso le farmacie e/o ambulatori comunali o presso gli appositi contenitori posti nel Centro Comunale di Raccolta. E’ fatto divieto di conferire i rifiuti di cui trattasi in contenitori-pattumiera, ovunque posizionati, adibiti alla raccolta di altre frazioni nonché nei sacchi e nei contenitori-pattumiera per la raccolta porta a porta.

Il gestore del servizio provvederà esclusivamente allo smaltimento delle pile esauste direttamente conferite dagli utenti presso il C.C.R

– Abiti usati:

La raccolta di abiti usati viene effettuata, tramite Associazioni abilitate, mediante contenitori-pattumiera gialli o arancioni collocati in tutto il territorio comunale ed in prossimità di sedi di associazioni umanitarie presenti.

Il rifiuto viene conferito in sacchetti chiusi.

IL CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA (art.18)

Il Centro Comunale di Raccolta (C.C.R.) è ubicato presso l’area artigianale Fiorentino nella frazione Divieto di Villafranca Tirrena.

Il C.C.R. sarà dotato di attrezzature di pesatura e lettura informatiche attraverso le quali poter usufruire delle premialità previste.

Il conferimento dei materiali verrà effettuato direttamente dagli utenti, in maniera autonoma e con proprio mezzo, seguendo le tabelle informative poste su ognuno dei contenitori-pattumiera o presso ciascuna area dedicata ad una particolare raccolta e le indicazioni fornite dal personale di custodia. Il conferimento dovrà avvenire nel rispetto delle modalità, tempi e norme che saranno richiamate in un’apposita tabella apposta all’ingresso del Centro di raccolta.

Gli Orari di apertura agli utenti ed il funzionamento del Centro di raccolta saranno stabiliti con apposito Regolamento Comunale o Ordinanza del Sindaco.

LE PREMIALITA’ (art.25, art.28)

È prevista la pratica del compostaggio domestico per il trattamento della frazione umido-organico dei rifiuti. Le utenze dotate di giardino o altra privata, previa presentazione della fattura nominale attestante l’acquisto della compostiera domestica, potranno avvalersi di un rimborso da parte del Comune da stabilire periodicamente.

Oltre a quanto già stabilito in riferimento al compostaggio domestico, avranno diritto a premialità le utenze domestiche e condominiali regolarmente iscritte al ruolo per il pagamento della tassa o tariffa per la gestione dei rifiuti solidi urbani ed in regola con il pagamento della stessa.

Le premialità, la cui determinazione e tempistica d’erogazione verranno fornite di anno in anno dalla Giunta Comunale sulla base dell’ammontare delle contribuzioni CONAI ricevute, nonché sulla base delle economie riscontrate, consisteranno in una decurtazione sulla tassazione stessa.

Spetta alla Giunta Comunale attivare ulteriori forme di incentivazione o premialità.

Tali premialità saranno erogate proporzionalmente sulla base del quantitativo di rifiuto differenziato conferito presso il C.C.R, rilevato attraverso sistemi di pesatura e lettura informatici in uso presso il Centro Comunale di Raccolta.

Per quanto riguarda le utenze non domestiche di grande conferimento che, secondo quanto stabilito dalla vigente normativa, producono rifiuti speciali assimilabili agli urbani e non pericolosi, verranno predisposte apposite convenzioni con il Gestore del Servizio.

IL CONTROLLO E LE SANZIONI. (art 31 ed allegato 1)

Alla repressione dei fatti costituenti violazione del presente regolamento e che comunque costituiscono degrado dell’ambiente, provvede il Comune di Villafranca Tirrena mediante il Corpo di Polizia municipale. A seguito di comunicazione dell’avvio di procedura sanzionatoria, e al completamento della procedura per la produzione di eventuali deduzioni scritte, da effettuarsi entro 30 giorni dalla contestazione.

Le sanzioni amministrative aggiuntive sono stabilite negli ammontare minimi e massimi secondo l’Allegato 1) al presente Regolamento e nel rispetto delle disposizioni di cui alla Legge 24 novembre 1981, n. 689 e successive modifiche.

Le sanzioni esclusivamente amministrative di cui alla tabella 1 dell’allegato 1 non verranno applicate durante i primi sei (6) mesi di attuazione del presente Regolamento.