fbpx

Reggio, concessi i domiciliari all’ex ministro Scajola. Resta in carcere Chiara Rizzo

ministro_claudio_scajolaL’ex ministro Claudio Scajola andrà agli arresti domiciliari e si trasferirà in giornata nella sua residenza ad Imperia. Lo ha stabilito il Tribunale del riesame di Reggio Calabria, che stamattina ha accolto il ricorso dei legali di Scajola, Giorgio Perroni e Elisabetta Busuito.
Scajola era in carcere dallo scorso 8 maggio con l’accusa di aver favorito la latitanza di Amedeo Matacena, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e al momento latitante.
Il 19 giugno gli stessi giudici si pronunceranno sull’appello dei pm contro il gip, che non ha riconosciuto nei confronti di Scajola l’aggravante del concorso esterno in associazione mafiosa.
Il Tribunale ha invece stabilito che resta in carcere Chiara Rizzo, la moglie di Matacena, rigettando il ricorso degli avvocati Alfredo Biondi e Candido Bonaventura.