fbpx

Palermo: formazione, dopo giorni di protesta, Giuseppe Raddusa incontra l’assessore

Raddusa-Giuseppe Finalmente dopo dieci giorni di protesta Giuseppe Raddusa, il lavoratore dipendente dell’ante formativo Aram IeFp Catania, incatenato davanti i cancelli dell’assessorato regionale Istruzione e Formazione professionale, è stato ricevuto dall’assessore Nelli Scilabra.

L’uomo si era incatenato per avere chiarimenti sul ritardo dello stipendio. Dopo ventisei mesi di attesa per ricevere le spettanze maturate per il lavoro effettivamente prestato, l’uomo ha iniziato la sua protesta silenziosa.

La figlia di Raddusa ha scritto di recente sui social network “Nonostante i 40 gradi all’ombra e lo scirocco che incessante e bollente soffiava sulla pelle, mentre il sole inesorabile picchiava sulla testa, mio padre per la nona giornata consecutiva a continuato a sostare sotto l’Assessorato, non abbandonando neanche per un secondo la sua protesta, insieme ad altri colleghi che non hanno mai smesso di restare al suo fianco. E domani, anche se saremo arrivati a dieci giorni, lui sarà ancora li. Fin quando questa situazione assurda ma ormai diffusa non sarà terminata nei migliori dei modi, lui non lascerà la sua postazione.”

Oggi la risposta da parte delle autorità.  E adesso, si attende il pagamento.