fbpx

Messina, convegno in città sull’energia sostenibile

eoloNel quadro delle iniziative della Regione Sicilia per promuovere la sostenibilità energetico-ambientale nei Comuni siciliani attraverso il “Patto dei Sindaci” (Covenant of Mayors – PAC Nuove Iniziative Regionali), venerdì 27, nel Salone delle Bandiere di palazzo Zanca, si svolgerà il convegno di Comunicazione agli stakeholders ed alla città. Nei giorni scorsi l’assessore all’energia, Gaetano Cacciola, nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato lo stato del procedimento di redazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) della città di Messina ed i contenuti del Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors), iniziativa per la quale paesi, città e regioni si impegnano volontariamente a ridurre le proprie emissioni di CO2 oltre l’obiettivo del 20 per cento.  Il Comune, in qualità di firmatario del Patto, si è impegnato a preparare un Inventario di Base delle Emissioni ed a presentare un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile in cui sono delineate le attività principali da avviare per raggiungere gli obiettivi della direttiva 20-20-20 fissati dall’Unione Europea all’anno 2020: la riduzione del 20 per cento dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 rispetto a quelli dell’anno di riferimento (2011); il raggiungimento del 20 per cento della quota di energia rinnovabile rispetto ai consumi attraverso misure di efficienza energetica, sia come consumatore diretto che come pianificatore del territorio comunale; azioni di formazione ed informazione dell’Amministrazione e della società civile; rapporto biennale sull’attuazione delle azioni del PAES. Le fasi di lavoro prevedono l’approvazione della delibera di Consiglio comunale relativa all’adesione al Patto dei Sindaci; la predisposizione di un Inventario delle Emissioni di CO2 (Baseline) del territorio comunale, analizzando sia dati del consumo diretto della pubblica amministrazione (illuminazione pubblica, edifici pubblici o di gestione pubblica) e il consumo dei residenti e degli utenti che gravitano sul territorio; la redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), in cui sono affrontate le strategie e le politiche da mettere in campo per ottenere l’obiettivo 20-20-20; il rafforzamento delle competenze energetiche all’interno dell’Amministrazione comunale e dei tecnici che operano sul territorio; la sensibilizzazione della cittadinanza sul processo in corso; l’inserimento delle informazioni prodotte in un’apposita banca dati per la comunicazione all’Unione Europea; la predisposizione di un sistema di monitoraggio degli obiettivi e delle azioni previste dal PAES. Il Comune, attraverso una gara ad evidenza pubblica, ha selezionato il raggruppamento “Terraria – Norma Servizi Intertecnici”, per avere un supporto tecnico-scientifico per la compilazione dell’inventario base delle emissioni, la formazione del personale interno e le attività di comunicazione e informazione sul processo pianificatorio. L’elaborazione delle azioni strategiche da attuare sul territorio rimangono, pertanto, di stretta competenza dei tecnici interni dell’Amministrazione. I lavori sono stati avviati ed entro settembre 2014, scadenza della Regione Siciliana per il finanziamento ottenuto, dovranno essere presentati tutti gli elaborati richiesti e prodotti durante le sette fasi di lavoro. Il software, che supporterà il processo_ CO20 e la sostenibilità energetica, è un applicativo web che costruisce il bilancio energetico-emissivo comunale annuo e permette di valutare l’efficacia degli interventi locali in termini di risparmio energetico, riduzione delle emissioni, incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili, costo di investimento, tempo di ritorno. Consente, attraverso una semplice interfaccia web, di inserire le informazioni a scala comunale, mentre si sincronizza periodicamente rispetto alle banche dati nazionali e regionali, relativamente alla costruzione di bilanci energetico-emissivi comunali; alla valutazione ex-ante dell’efficacia di interventi locali volti a perseguire gli obiettivi fissati dall’Unione Europea; al monitoraggio nel tempo dell’efficacia complessiva del Piano d’intervento; ed alla divulgazione attraverso il web degli impegni presi dall’Ente. Per il raggiungimento degli obiettivi ambiziosi di riduzione del 20 per cento delle emissioni di gas climalteranti di “propria competenza” è necessaria la collaborazione degli stakeholder locali (cittadini, associazioni e imprese) ed il loro coinvolgimento sarà assicurato attraverso la comunicazione sul sito web comunale dove saranno messi a disposizione materiali informativi.