fbpx

Messina, conti falsificati al Comune tra 2009 e 2012: sono 73 gli indagati

Comune di Messina Palazzo ZancaSi sta per abbattere un tornado sul Comune di Messina. Il tornado giudiziario dell’inchiesta sui bilanci di Palazzo Zanca che vuole far luce sul mancato default tra il 2009 e il 2012. Secondo la Procura della Repubblica infatti, per far quadrare i conti del Comune, si creò in quegli anni un sistema che vedeva coinvolti funzionari, assessori e consiglieri. Per mascherare le voragini delle casse messinesi, si approvavano conti economici in realtà falsi.

Sono 73 gli indagati al momento dal procuratore Ada Merrino e dal sostituto Antonio Carchietti, che ipotizzano i reati, a vario titolo, di falso ideologico in atto pubblico e abuso d’ufficio. Secondo gli inquirenti, il dissesto finanziario del Comune di Messina si sarebbe già dovuto dichiarare nel 2009, in piena amministrazione Buzzanca. E ovviamente l’ex primo cittadino è uno dei 73 sotto indagine.

Ecco chi verrà ascoltato nei prossimi giorni dalla Procura: Giacomo Leotta, Giovanni Bruno, Ferdinando Coglitore, Giuseppe Rao, Giuseppe Isgrò, Giuseppe Corvaja, Pinella Aliberti, Giuseppe Puglisi, Carmelo Capone, Gianfranco Scoglio, Dario Caroniti, Elvira Amata, Carmelo Santalco, Orazio Miloro, Giovanni De Leo, Giuseppe Mauro, Roberto Aricò, Domenico Donato, Domenico Maesano, Filippo Ribaudo, Giuseppe Ansaldo, Angelo Burrascano, Gaetano Caliò, Ivano Cantello, Giuseppe Capurro, Antonino Carreri, Giuseppe Chiarella, Bruno Cilento, Giovanni Cocivera, Carmelo Conti, Giovanna Crifò, Antonio Fazio, Giuseppe Magazù, Giuseppe Melazzo, Vincenzo Messina, Giorgio Muscolino, Giuseppe Previti, Antonio Restuccia, Mario Rizzo, Salvatore Serra, Roberto Sparso, Antonio Spicuzza, Sebastiano Tamà, Salvatore Ticonosco, Giuseppe Trischitta, Francesco Aiello, Giuseppe Buzzanca, Salvatore Magazzù, Francesco Mondello, Diane Litrico, Carmelo Famà, Santi Alligo, Calogero Ferlisi, Attilio Camaioni, Carmelo Altomonte, Giovanni Caminiti, Domenico Manna, Romolo Dell’Acqua, Antonella Cutroneo, Antonino Cama, Natale Maurizio Castronovo, Dario Zaccone, Giancarlo Panzera, Giuseppe Terranova, Marcello Greco, Pietro Iannello, Paolo Saglimbeni, Roberto Nicolosi, Paola Bianchi, Vincenzo Schiera, Giuseppe Scalici, Antonio Amato e Placido Bruno.