Il laboratorio BioIn di Catanzaro vince la Fiera nazionale IGS – Students Lab

BioinIl laboratorio d’impresa “BioIn” dell’Istituto “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro ha vinto il primo premio nella categoria “.biz” dei laboratori d’impresa IGS – Students Lab. La Fiera nazionale dei laboratori d’impresa, comunicazione e innovazione promossa da IGS – Impresa Sociale e Students Lab, tenutasi presso il centro commerciale “Vulcano Buono” di Nola (NA), si è conclusa domenica 15 giugno 2014: per tre giorni, oltre 200 ragazzi provenienti da diverse regioni d’Italia si sono sfidati in una competizione ad altissimo livello tra i migliori progetti d’impresa realizzati da studenti di scuole superiori nell’ambito di tre percorsi didattici svolti durante l’anno scolastico: tutti i percorsi mirano a sviluppare sinergie tra scuole, università e imprese, per ridurre il gap tra formazione e mondo del lavoro e contribuire allo sviluppo socioeconomico del territorio. Le tipologie di laboratorio sono tre: “.biz”, il laboratorio d’impresa, “.com”, il laboratorio di comunicazione, “.tech”, il laboratorio di innovazione tecnologica. All’interno di ogni laboratorio, i ragazzi costituiscono un consiglio di amministrazione in ambiente protetto, e ognuno di loro assume un preciso incarico: amministratore delegato, direttore marketing, direttore di produzione e così via. Il team viene accompagnato da un docente e da un trainer IGS, che guidano i ragazzi attraverso questa esperienza fino alle fiere locali, regionali e nazionale. Ogni mini-impresa ha presentato pubblicamente il proprio prodotto, ha allestito un punto vendita per promuoverlo e ha sostenuto dei colloqui con una giuria qualificata, che ha designato un vincitore per ogni categoria. Oltre al laboratorio degli studenti calabresi, nelle altre due categorie in concorso si sono aggiudicati il primo premio – un viaggio per tutti i membri del team – i ragazzi del laboratorio di comunicazione “Raise a voice” (istituto “Don Lorenzo Milani” di Gragnano – NA), e i ragazzi del laboratorio di innovazione tecnologica “Enjoy your energy”, dell’istituto “Podesti” di Ancona. Gli studenti di Catanzaro, promotori del progetto “BioIn”, hanno creato una mini-azienda cosmetica che opera a tutela della salvaguardia dell’ambiante, utilizzando esclusivamente ingredienti sani e naturali. Hanno meritato il primo posto nella categoria “.biz” (laboratori d’impresa) con la seguente motivazione: “…per l’idea imprenditoriale e l’ottimo lavoro di team. Per un prodotto che punta alla riscoperta territoriale e al rispetto dell’ambiente.” Una delle mamme dei membri di BioIn, presente alla Fiera, ha commentato: “Sono contenta che la scuola abbia accolto questo progetto di IGS, perché ha aiutato i ragazzi a capire l’importanza di “inventarsi” un lavoro, di confrontarsi e di lavorare insieme per un obiettivo comune. E’ stato bello vedere come si sono appassionati ad ogni dettaglio e come hanno preso a cuore la questione della certificazione delle materie prime e il rapporto con una importante farmacia della città, la farmacia Sestito.”

La Fiera nazionale IGS – Students Lab rappresenta un momento unico di formazione per gli studenti delle scuole superiori, avvicinandoli al mondo del lavoro e promuovendo una sana e costruttiva competizione: ma è anche un’occasione particolarmente interessante per le aziende del territorio. Abbiamo intervistato Fabrizio Lo Russo, responsabile tecnico di Color Glo Italia, azienda specializzata nel restauro e nella riparazione di pelle, similpelle, tessuti, e altri materiali che si è affidata a una delle agenzie di comunicazione nate nei laboratori “.com”, la “Young World”: “Non c’è niente di meglio che dare spazio ai giovani e al loro futuro: nella nostra azienda i ragazzi di Young World – che sono stati non eccezionali, di più! – hanno trovato terreno fertile, perché il progetto di Color Glo fa risparmiare denaro e rispetta l’ambiente, quindi guarda al futuro. Complimenti dunque a IGS per questa iniziativa, anche perché penso ci sia una lacuna nel mondo della scuola: manca una vera formazione al mondo del lavoro, e spesso può capitare di avere in azienda stagisti da 110 e lode che però sono “tutta teoria e poca pratica”. In un mondo in cui il posto fisso è ormai un’utopia e gli stipendi sono spesso insufficienti, aprire la mente a nuove idee è fondamentale: iniziative come queste aiutano a confrontarsi col mondo del mercato e consentono ai ragazzi di misurare le proprie potenzialità e metterle in moto. Staccatevi dai libri, ragazzi, studiate pure ma buttatevi nel mondo del lavoro, perché la competitività è il futuro dell’Italia e dell’Europa!” L’attenzione alla necessità di confrontarsi con gli altri e di mettere in pratica le proprie conoscenze è centrale anche per Monica Reggi, responsabile marketing di MondoEsa Lazio, un’azienda di Ferentino (Fr) che si occupa di software gestionali e si è affidata al laboratorio di comunicazione IGS “Plug-in company”: “Una iniziativa come questa di IGS stimola la creatività dei ragazzi e permette loro di “assaporare” il mondo del lavoro, imparando a mettere in pratica concetti come la collaborazione e l’importanza della coesione di un team di lavoro. Gli studenti sono stati da noi in azienda, si sono interessati, hanno fatto foto e partecipato attivamente all’organizzazione del progetto…per questo abbiamo cercato di sostenerli e premiarli con una sorta di sponsorizzazione.” Tra colori, microfoni, business plan e volantini, anche quest’anno l’impegno, la passione e la creatività dei ragazzi coinvolti nei laboratori IGS – Students Lab hanno lasciato il segno.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE