fbpx

Cassano Jonio (Cs), sequestrate 300 mila confezioni di passata di pomodoro

passata pomodoro I Carabinieri del Nas hanno messo i sigilli a uno stabilimento di produzione e confezionamento di conserve vegetali a Cassanno all’Jonio (Cosenza). Nella stessa operazione – nell’ambito dei controlli sulla sicurezza alimentare – sono state sequestrate 300 mila confezioni di passata di pomodoro, in vetro e in barattoli, per un perso complessivo di 215 tonnellate. Gravi le carenze igienico-sanitarie riscontrate, oltre alla mancata tracciabilita’ dei prodotti. Il prodotto alimentare – si legge in una nota dei Carabinieri di Cosenza – seguendo un ciclo produttivo privo di autocontrollo presentava evidenti segni di contraffazione e alterazione per la presenza di corpi estranei di natura sconosciuta e tracce di muffe nonche’ difetti di confezionamento. I Carabinieri del Nas hanno accertato inoltre che l’approvvigionamento idrico dello stabilimento avveniva attraverso pozzi artesiani di captazione delle acque dal sottosuolo, in assenza di riscontri analitici volti a scongiurare l’eventuale presenza di agenti contaminanti. L’attivita’ ispettiva ha impedito che venissero immessi nelle filiere commerciali del territorio nazionale alimenti potenzialmente pericolosi per la salute del consumatore. L’autorita’ sanitaria ha disposto la distruzione della merce per un valore di 350 mila euro.