fbpx

Calabria, Grillo: «Prossimo l’incontro con la Lorenzin»

images «Alle spalle ci lasciamo problemi di bilancio, assunzioni bloccate e depotenziamento di diverse strutture sanitarie locali. Gli errori commessi da chi, con i successi altrui, si erge oggi a paladino dell’efficienza sono stati superati, ma da persone e amministrazioni differenti». Il consigliere regionale Ncd Alfonso Grillo rivendica, per la propria matrice politica, l’impegno profuso in materia di sanità pubblica. Lo fa in occasione delle ultime vicende locali, che, ancora una volta, hanno portato agli “onori” della cronaca casi presunti di malasanità. «Volendo guardare ai fatti – afferma Grillo -, ci si mette davvero poco a rendersi conto di quanto abbiamo ottenuto. Lo sblocco del turn over e l’implementazione di nosocomi dimenticati dai più sono sole alcune delle azioni più concrete portate avanti dall’amministrazione Scopelliti. E questo nonostante le disastrose condizioni in cui versava la sanità calabrese appena quattro anni fa». Oltre i risultati e le conquiste, Grillo si sofferma poi su quanto ancora resta da compiere. «Che gli ospedali del Vibonese necessitino di una maggiore attenzione ritengo sia un dato innegabile. I tanti operatori della sanità locale, molti dei quali di grande pregio, sono spesso costretti ad operare senza mezzi e uomini. Per questa ragione – conclude -, e a tutela dei cittadini in primis, mi farò carico di portare il “caso Vibo” all’attenzione del ministero di riferimento. Nei prossimi giorni, infatti, incontrerò la Lorenzin insieme al direttore generale dell’Asp di Vibo Florindo Antoniozzi e a una delegazione di sindaci del Vibonese, per dare al territorio le dovute garanzie di assistenza. Ma mi aspetto, a quel punto, che i falsi profeti si facciano da parte».