fbpx

Asp Catanzaro, De Rose: “Mai depotenziato il reparto di ortopedia di Lamezia”

images“Nessun depotenziamento dell’unità operativa di Ortopedia dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme così come non c’è stato alcun trasferimento di tre medici nel nosocomio di Soverato”. A precisarlo è il primario del reparto di Ortopedia del presidio ospedaliero lametino, Dott. Cesare De Rose, che interviene in merito alle notizie diffuse in questi giorni relative a un presunto trasferimento di tre medici da Lamezia a Soverato. “Bisogna smentire e rettificare le notizie false che stanno circolando – ha affermato il dottore De Rose – perché non è assolutamente vero che tre medici sono stati trasferiti all’ospedale di Soverato; è vero invece che ci sono tre ortopedici che a turni settimanali, quindi un medico alla volta, andranno a prestare il proprio servizio nell’ospedale di Soverato. Non si comprende tanto clamore, dato che questo è il quarto anno consecutivo che adottiamo questa prassi, di inviare un medico a settimana a Soverato, per venire incontro ai colleghi del nosocomio catanzarese che ogni anno, come arriva il mese di giugno, si accorgono che hanno bisogno di altri medici”. Il primario di Ortopedia puntualizza poi che “mai nessun medico è stato invece inviato da Soverato a Lamezia nel corso dell’estate, come erroneamente affermato nei giorni scorsi dal sindaco Stanizzi di Stalettì che sui giornali ha lanciato la proposta ‘di verificare le unità in soprannumero di Lamezia e procedere con un ordine di servizio immediato per mandarle a Soverato come fu fatto diligentemente e sapientemente la scorsa estate in senso inverso’. Cosa – ha precisato il dott. De Rose – che non è mai avvenuta, sia perché non esiste alcun sovrannumero di personale nel presidio ospedaliero di Lamezia e sia perché non è mai arrivato personale a Lamezia dai presidi di Soverato o Catanzaro, anzi è sempre stato il contrario, noi ci siamo sempre messi a disposizione, nell’interesse dell’Azienda e a garanzia dei servizi. Prima di diffondere notizie di questo genere e creare disinformazione e allarmismo, bisognerebbe informarsi alla fonte e verificare le voci di corridoio, perché in questo modo si creano danni non solo all’Azienda sanitaria ma soprattutto ai cittadini che hanno notizie false e non sanno a chi rivolgersi. Tutto questo a discapito del servizio sanitario e del lavoro che quotidianamente svolgiamo ”. Anche il coordinatore delle direzioni sanitarie dell’Asp di Catanzaro, dott. Pietro Menniti, aveva comunicato nei giorni scorsi di aver dato disposizione che per il mese di giugno tre ortopedici di Lamezia, a turni settimanali, quindi un medico a settimana, prestassero servizio nell’unità operativa Ortopedia del Presidio ospedaliero di Soverato, per consentire alle unità rimaste il riposo settimanale e le ferie. L’Asp di Catanzaro, infatti, negli anni precedenti, 2011, 2012 e 2013 ha ovviato alla carenza di personale destinando in via provvisoria all’ospedale di Soverato medici da Lamezia, che hanno sempre collaborato.