fbpx

Vendola attacca il NCD a Reggio, la replica: “da che pulpito… prenda esempio da Scopelliti”

Inaugurazione sede Sel a RomaAnche Vendola a Reggio Calabria, davanti ad una decina di persone, invece di parlare di programmi per l’Europa cade nella bassa demagogia giustizialista secondo la quale chi e’ di centrodestra e’ sempre colpevole fin dal primo grado di giudizio mentre e’ pronto a chiudere un occhio verso i compagni di sinistra eppure in questi anni il suo schieramento di inquisiti e condannati ne ha candidati molti“. Lo sostengono, in una nota, i senatori del Nuovo centrodestra Giovanni Bilardi ed Antonio Caridi replicando alle parole di stamattina del leader di Sel, Nichi Vendola.

Il governatore della Puglia – aggiungono – prenda esempio dal Presidente Scopelliti, che per responsabilita’ verso le istituzioni e con una condanna in primo grado ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico. Inoltre il Presidente Scopelliti, che in questi giorni ha girato tutto il collegio del Sud, nelle sue numerose tappe in Puglia si e’ ben visto dall’attaccare i suoi avversari su argomenti esterni che nulla hanno a che vedere con la campagna elettorale. Eppure con Vendola sarebbe stato gioco facile, visto che e’ imputato di concussione aggravata nell’ambito dell’inchiesta sul disastro ambientale causato dall’Ilva, tragedia su cui lo stesso Presidente della Regione Puglia in una telefonata con il portavoce dell’azienda rideva senza vergogna sui casi di tumore provocati dalla fabbrica. Oppure basterebbe ricordare un altro caso in cui Vendola, indagato per concorso in abuso d’ufficio per nomine nella sanita’, e’ stato poi assolto. Certamente un caso il fatto che il giudice fosse un’amica di famiglia“. “Caro Vendola – concludono Bilardi e Caridila sua demagogia la tenga ben nascosta come non fa con la sua vergogna visto che il suo armadio trabocca di scheletri e non puo’ elevarsi sull’altare di chi puo’ dare lezioni“.