fbpx

SS 106: spreco d’acqua e pericoli per gli automobilisti al bivio per Bocale [FOTO]

/

bivio per motta sg DSC07895“Da oltre un anno sulla Ss 106, esattamente nella corsia Nord al Km. 17+00, bivio per Bocale, si disperdono notevoli quantitativi di acqua per uso umano a seguito della rottura della condotta idrica. Risulterebbe che tempo addietro si è intervenuti, ma non è stato riparato il guasto, si è badato soltanto a coprire il pozzetto con una lastra metallica e collocare della segnaletica stradale non luminosa”. Lo denuncia in una nota Vincenzo Crea, Referente unico dell’ANCADIC Onlus e responsabile comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.

“Tali segnali determinano un potenziale pericolo per la circolazione veicolare, soprattutto di notte in quanto il tratto lato monte è privo di illuminazione. Il potenziale pericolo aumenta poiché spesso i segnali, che non garantiscono stabilità,spinti dal vento o urtati dai veicoli cadono e si determina un’insidia caratterizzata dalla imprevedibilità e dalla non avvistabilitàdei segnali che giacciono sull’asfalto e costringono specialmente i velocipedi a spostarsi istintivamente nella carreggiata correndo il rischio di essere travolti dai mezzi che seguono.Si aggiunge che durante il pseudo intervento è stata sgretolata una notevole porzione di manto stradale ricadente nella carreggiata e non si è provveduto al ripristino, anche temporaneo, con del catrame.Non è possibile che si si possa tollerare lo spreco di migliaia e migliaia di metri cubi di acqua per uso umano. E’ sotto gli occhi di tutti il danno erariale che si è determinato”.

“Altre insidie sono in agguato per l’utente della strada – prosegue Crea -. Infatti un altro segnale stradale, posto nella corsia Nord al Km 17+150,ove gravi incidenti si registrano con periodica frequenza, ha trovato l’eterno riposo disteso sulla carreggiata. Ed ancora. Altro scavo a cielo aperto che, sebbene segnalato,rappresenterebbe una minaccia per la sicurezza stradale lo riscontriamo nella corsia Nord al Bivio per Motta SG.In questo territorio non si comprende la logica del ben operare. Si apre uno scavo e si lascia aperto per settimane o mesi.Per la semplice riparazione di un tubazione interrata andiamo per le calende greche”.

“In conclusione è pacifico che le opere si debbono realizzare e gli interventi richiedono dei tempi tecnici, ma in un tratto di Ss 106 ad alto indice di pericolositàbisogna adottare tutti gli accorgimenti ed in tempi piuttosto brevi per impedire situazioni di pericolo che si materializzano con gli incidenti stradali che come documentato risultano numerosi e frequenti.In merito alla situazione in premessa lo scorso 2 maggio abbiamo inoltrato segnalazione con richiesta di intervento urgente alla polizia municipale di Motta San Giovanni e al capo cantoniere/sorvegliante di zona dell’ANAS di Reggio Calabria”.