fbpx

Spadafora (Me), grande succeso per i due giorni dedicati al DONO

fratresWeekend di maggio all’insegna della Solidarieta’ con in primo piano  la valorizzazione di un gesto d’amore, il gesto del DONO.

Sabato 10 Maggio si e’ infatti svolta a Spadafora, presso la scuola “Aristide Gabelli”, “la prima Giornata di sensibilizzazione alla donazione del sangue, del midollo osseo e degli organi” giornata organizzata dalla Fratres Spadafora con la collaborazione delle Associazioni ADMO e AIDO e le preziose testimonianze di alcuni donatori e riceventi donazione.

La giornata ha ricevuto parecchi consensi e ha visto la grande partecipazione di molti giovani, che hanno potuto conoscere da piu’ vicino, il mondo della donazione, mondo sconosciuto a molti, purtroppo.

Ha preso la parola, facendo gli onori di casa, il Presidente della Fratres Spadafora Arturo Remigare, che ha presentato insieme al  Presidente del Consiglio Provinciale Fratres Messina Carmela Micalizzi, i temi principali della giornata, illustrandone l’alto valore solidale, e ricordando anche  il 10° anniversario dell’associazione donatori sangue (20 Maggio). A seguire hanno espresso il loro personale pensiero, Padre Giovanni Sottile e altri ospiti di spicco, quali:

  • la Dott.ssa Enza Blunda (dirigente-medico del Centro Trasfusionale di Milazzo);
  • il Prof. Guido Bellinghieri (Presidente AIDO Sezione Provinciale Messina);
  • Andrea Bambaci (AIDO Sezione Provinciale Messina);
  • Anna Maria Bonanno (Presidente ADMO Regione Sicilia);
  • Chiara Stella Vetromile (Responsabile ADMO Milazzo);
  • la Dott.ssa Patrizia Zappia (Medico Responsabile Centro Donatori Messina)

Una giornata intensa e importante per la crescita morale e solidale di tutti i partecipanti che, oltre ad aver conosciuto e appreso il significato umano e scientifico del Dono, sono stati anche invitati ad iscriversi alle associazioni presenti, e soprattutto a prendere parte alla giornata di raccolta sangue svoltasi oggi, domenica 11 Maggio sempre presso la scuola A.Gabelli di Spadafora. Trenta, sono state le donazioni di sangue, decine i nuovi iscritti all’AIDO e tante le rischieste di iscrizione all’ADMO, grandi risultati che dimostrano la una buona riuscita dell’intera manifestazione.