fbpx

Reggio, Tilde Minasi: “Atam fondamentale per la città, ora tocca ai commissari”

atam reggioIn un momento talmente delicato, quale quello che riguarda l’azienda di trasporto pubblico di Reggio Calabria, è indispensabile che agli impegni assunti dalla Regione, così come annunciato dall’assessore al ramo Fedele, affinchè si possa salvaguardare l’Atam e di conseguenza garantire tranquillità ai lavoratori, corrisponda una medesima volontà da parte della terna commissariale che guida il Comune“. Lo afferma Tilde Minasi Consigliere Regionale.

“Non è pensabile, infatti, anche solo immaginare di veder disperso un patrimonio fondamentale per la città dello Stretto, sia per ciò che concerne i servizi che in ambito occupazionale: ecco perchè – continua Minasi –  la Commissione deve necessariamente impegnarsi, e farlo in maniera risolutiva,  riguardo tutti gli iter propedeutici da compiere in tempi celerissimi, così da mettere in campo quelle azioni che solo l’Ente comunale, giunti a questo punto della vicenda, ed in qualità di socio unico, può attuare per scongiurare un ulteriore disagio sociale alla città, già provata da una difficile contigenza economica che si materializza a vari livelli”.

“A maggior ragione se, come è noto, sono state individuate delle soluzioni percorribili per riprogrammare e ripartire in un’ottica di tranquillità. Non è più il tempo delle attese. Pur potendo comprendere, da ex amministratori, le difficoltà insite nella gestione di un territorio particolare quale quello reggino, non possiamo non evidenziare ancora una volta il trovarci  di fronte ad una problematica molto seria che, come tale, va trattata nel rispetto, inoltre, dei sacrifici cui i lavoratori dell’Atam stanno andando incontro con alto senso di responsabilità. L’auspicio, quindi, – conclude Minasi –  è che i componenti della triade che guidano il Municipio, non indugino assolutamente oltre e si indirizzino, nell’immediato, a produrre quegli atti e quei provvedimenti volti, appunto, a garantire il recupero dell’Atam e la tutela di tutti i livelli occupazionali per il bene non solo dei dipendenti ma dell’intera collettività reggina”.