fbpx
MALTEMPO,
ALLERTA METEO IN CALABRIA E SICILIA:
LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Reggio: sabato la “Giornata per la donazione degli organi”

Giornata Nazionale  Donazione e Trapianti 31 maggio 2014Il Ministero della Salute ha indetto, con un proprio decreto, per giorno 31 maggio 2014 la “Giornata per la donazione degli organi” in armonia alla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 marzo 2000 che stabilisce che in tale giornata le Amministrazioni pubbliche assumono e sostengono, nell’ ambito delle rispettive competenze, iniziative volte a favorire l’ informazione e la promozione della donazione di organi finalizzata al trapianto, come disciplinata dalle vigenti disposizioni .

I Volontari del Gruppo Comunale  di Reggio Calabria  dell’ Aido – Associazione italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, presieduto da Nicola Pavone, saranno presenti a Reggio Calabria  il 31 maggio 2014 dalle ore 9.00 alle ore 19.00 nella piazza della Chiesa di San Giorgio al Corso – Tempio della Vittoria per diffondere la cultura della donazione.

Sul sito nazionale dell’ Aido è riportato quanto segue  “Il Ministero della Salute, insieme alle Associazioni e al Centro Nazionale Trapianti promuove, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, la XVII edizione della “Giornata Nazionale Donazione e Trapianto di Organi e Tessuti” (31 maggio 2014).

 La Giornata, arricchita da manifestazioni ed eventi, ha anche il sostegno e la collaborazione delle Regioni e Province Autonome, gli Enti Locali e le Istituzioni sanitarie.

 Gli scopi e gli obiettivi dell’iniziativa:

 – informare e sensibilizzare la popolazione sulle tematiche della donazione e trapianto di organi;
– promuovere una costante presa di responsabilità delle Istituzioni per rispondere ai bisogni dei cittadini in attesa di trapianto;
– sviluppare una corretta informazione in tema di prelievo e trapianto di organi da parte dei mezzi di comunicazione;
– infondere una migliore e più diffusa consapevolezza del ruolo di ogni cittadino e del diritto di manifestare la propria volontà;
– incrementare le registrazioni di dichiarazioni di volontà positive;
– ridurre le opposizioni al prelievo;
– aumentare il numero di trapianti.

 I dati diffusi dal Centro nazionale trapianti sull’attività di donazione e trapianto per l’anno 2013 confermano purtroppo un tasso di donazione fermo ormai da quattro anni (18 donatori per milione di popolazione) e un calo preoccupante nel trapianto di cuore e rene.

 Diventa pertanto essenziale consolidare quanto realizzato in questi anni riguardo alle attività di donazione e di trapianto, ma anche ricercare nuovi percorsi che portino a colmare il divario tra necessità terapeutica di trapianto e disponibilità di organi.”