fbpx

Reggio: oggi l’esercitazione “seasubsarex 2014” in occasione della Giornata Nazionale della Sicurezza in Mare [FOTO]

da sinistra: Sten Gianpiero Velonà, I.V. Carmen Murdaca; Sottocapo di 2^ Classe Joele Leonetti; Ten. Paolo F. Cuzzola; Vol. Alfredo Sposari
1

da sinistra: Sten Gianpiero Velonà, I.V. Carmen Murdaca; Sottocapo di 2^ Classe Joele Leonetti; Ten. Paolo F. Cuzzola; Vol. Alfredo Sposari

Il 24 Maggio 2014, in occasione della Giornata Nazionale della Sicurezza in Mare,  si è svolta l’esercitazione “seasubsarex 2014”.

L’esercitazione di soccorso  è stata organizzata a favore della Lega Navale sezione SUD di Reggio Calabria ed ha visto impegnati uomini e mezzi della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana.

La manifestazione si è svolta nello specchio di mare antistante il lungomare di pellaro, alla presenza di numerose autorità civili e militari e numerose scolaresche.

Lo scenario ipotizzato è stato imperniato su una tipologia di emergenza che si potrebbe verificare durante la navigazione, ovvero una collisione di un motor-yacht di notevoli dimensioni, a causa di problemi al timone, collide con una imbarcazione impegnata in una regata velica, mettendo a repentaglio la vita di 35 persone circa.

Dopo il rituale lancio del segnale radio del “ May Day” gli skipper delle imbarcazioni hanno fatto indossare i giubbotti salvagente agli occupanti delle imbarcazioni ed al lancio delle zattere di salvataggio.

Di seguito si è proceduto al trasbordo degli occupanti sulle zattere ed al lancio dei segnali fumogeni.

Durante le operazioni di trasbordo è stata simulata la caduta in acqua di diverse persone, le stesse sono state recuperate da personale “rescue swimmer” della Guardia Costiera, da personale O.P.S.A. (Operatore Polivalente Salvataggio Acqua), nonché da  soccorritori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco con una moto ad acqua attrezzata con barella rigida.

Particolarmente emozionante è stato il recupero di un naufrago da parte dei soccorritori della Polizia di Stato che si sono lanciati da un elicottero.

A terra personale del 118 e soccorritori della Croce Rossa Italiana hanno accolto i naufraghi prestando le prime cure dimostrando grandi capacità organizzative e logistiche.

L’esercitazione si è conclusa con una passerella dei mezzi coinvolti nell’esercitazione che hanno attraversato lo specchio di mare dinanzi ad un pubblico estasiato.

Un plauso particolare va al personale della Croce Rossa Italiana del Comitato Locale di Reggio Calabria  che ha fornito i simulatori abilmente truccati da Musolino Annunziata, Spanti Angela e Barberi Sonia, gli operatori O.P.S.A., suddivisi i due squadre al comando della I.V. (Infermiera Volontaria) nonché Istruttice OPSA Caterina Praticò che ha coordinato sia  la squadra a terra composta da:  Vol. Cristarella Dario,  Vol. Misitano Gregorio,  Mil. Corpo Militare CRI Mercurio Daniele, e Vol.  Malara Davide, sia la squadra imbarcata sulla motovedetta della Capitaneria di Porto composta da:  Sten. Corpo Militare Cri Velonà Giampiero,  I.V, Murdaca Carmen,  Vol. Sposari Alfredo e  Ten. Corpo Militare Cri Cuzzola Paolo F. sia gli OPSA simulatori in acqua:  Vol. Leone Alessandra,  Mil. Corpo Militare CRI Foti Felice e  Vol. Fontana Nuccio.