Reggio, il Comune adotta il “piano anticorruzione”: ecco i dettagli

Reggio Calabria: palazzo San Giorgio sede del ComuneIn linea con  il Piano nazionale anticorruzione e trasparenza, la Commissione straordinaria ha adottato la delibera di  attuazione del  piano anticorruzione 2014-16 del Comune di Reggio Calabria. Responsabile del piano è il Segretario generale, dott. Pietro Emilio.

Già nel mese di gennaio la Commissione aveva approvato il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità per gli anni 2014-2016, finalizzato al  perseguimento dei principi di trasparenza dell’attività della pubblica amministrazione.

A tal proposito  era stato pubblicato  sul sito web comunale,  nel mese di novembre, un avviso pubblico con lo scopo di coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza, le associazioni dei consumatori e degli utenti, le organizzazioni sindacali, gli ordini professionali, le associazioni imprenditoriali e, in generale,  tutti coloro che fruiscono delle attività e dei servizi del Comune.

Il piano anticorruzione e trasparenza consiste in una serie di norme contenute in un codice di comportamento del dipendente pubblico che riguardano, oltre alle disposizioni generali, le attività di servizio, i rapporti con il pubblico e le responsabilità rispetto alle violazioni dei doveri previste dal codice stesso. La violazione delle norme ivi contenute contiene, infatti,  un sistema sanzionatorio che prevede  l’attribuzione di  responsabilità penali,  civili ,  amministrative o contabili del pubblico dipendente e la conseguente  responsabilità disciplinare.

Per garantire i principi di trasparenza indispensabili per il buon funzionamento dell’Ente- ha dichiarato il prefetto Gaetano Chiusolo, coordinatore della Commissione straordinaria–  il piano si servirà , anche, di  una banca dati dei lavori pubblici  a cui  la cittadinanza potrà accedere, rimanendo sempre in contatto con la  pubblica amministrazione ed individuando in maniera chiara e precisa  i responsabili del procedimento amministrativo di riferimento.