fbpx

Reggio: buona partecipazione per l’incontro del movimento MEDA sui diversamente abili

medaVenerdi’ 9 maggio si è svolto presso l’Auditorium Lucianum di Reggio Calabria un ‘interessante incontro promosso dal Movimento Nazionale Io cambio e dal Movimento Europeo Diversamente Abili.

La convention, moderata dal Dott.Demetrio Malara, Responsabile Comunicazione Meda Calabria, ha visto come partecipanti il Segretario Nazionale Io Cambio Avv.Agostino D’Antuoni, il Segretario Nazionale Meda Generale Basilio Viola, Il Presidente Nazionale MEDA  Sig.ra Maria Riccelli e dalla Segretaria Regionale Calabria Meda Sig.ra Rosy D’Agostino.

Appassionante l’intervento dell’Avv. D’Antuoni che con grande professionalita ha tracciato la storia del Movimento che fin dalla sua costituzione è stato accanto ai diversamente abili, offrendosi come portavoce dei bisogno di due fratelli in carrozzina che da mesi erano accampati davanti a Montecitorio per essere ricevuti dal Presidente della Camera  Laura Boldrini.

La cecita ‘politica di chi ci governa non ha tempo da perdere con dei reali problemi dei cittadini, ancor piu’ disabili ed in carrozzina.

Altra battaglia che il Movimento sta conducendo con coraggio e tenacia è quello sulla ricerca e sulla infusione di cellule staminali accanto al Dott.Diego Vannoni.

Una battaglia giornaliera che si protae da mesi a colpi anche di sentenze di Tribunali, ben 180 che sono a favore delle infusioni, ma tutto questo da’ fastidio alle holding farmaceutiche che per interessi di mercato sono naturalmente contrari a delle infusioni che sono totalmente gratuite.

Un’intervento, quello dell’Avv.D’Antuoni ricco di anedotti e di storia vissuta,  che ben fa comprendere che l’impegno di tutto il movimento è teso alla difesa  di tutti i  cittadini, anche diversamente abili e per dar voce ai loro bisogni.

Dopo l’intervento della segretaria regionale Sig.Rosy D’Agostino che ha tracciato la mission del Meda, che collima ampiamente con il progetto politico di Io cambio , Il dott. Demetrio Malara ha evidenziato il lavoro svolto in questi mesi dla Meda Calabria.

Dai comunicati denuncia sulla chiusura del campo Coni per via dei servizi igienici lager,  lasciati allo sfascio e all’abbandono da chi gestiva ed usufruiva di tale impianto sportivo, senza alcun tutela e rispetto delle normative di abbattimento sulle barriere architettoniche,   alla presa di posizione da parte Commissari Prefettizi sulla chiusura dei centri per disabili della citta’, comportandosi come Ponzio Pilato lavandosene le mani e tirando fuori un DM del 93 nel quale si stabilisco i servizi essenziali da mantenere in caso di rilievo della Corte dei Conti o in fase di pre dissesto.

Anche in questo caso Il meda ha preso una chiara posizione di denuncia nei confronti di tali atteggiamenti a dir poco aberranti.

Il dott. Demetrio Malara ha ancora tracciato un possibile impegno da parte dei due Movimenti alle prossime elezioni comunali e regionali, per costruire un nuovo modello Reggio, scevro da farzosita’ e spese inutili, ma con un costante impegno con i cittadini, anche quelli piu’ sfortunati, per ridare dignita’ anche e sopratutto a quanti operano giornalmente nelle varie cooperative sociali convenzionate che a nostro parere sono arrivati al livello massimo di sopportazione per la precarieta’ di un lavoro senza un domani.

Anche il Generale Basilio Viola ha portato la sua esperienza, tracciando la storia del Meda, nato nel 2006   e tracciando in linne generali il progetto politico e la mission.

Infine, Presidente nazionale Maria Riccelli, candidata alle prossime elezioni Europee nelle liste Io Cambio ha evidenziato tutto il suo impegno anche futuro per i diversamente abili, ponendo come punto prioritario in caso di elezione nel parlamento europeo, e sottolineando che comunque vadano le cose il meda, con questo impegno ha dato un  segnale forte di presenza a livello europeo.

Nelle conclusioni un incotro molto seguito dalla cittadinanza, e step importante per la crescita dei due Movimenti nella nostra citta’

L’incontro si è chiuso con uno slogan “ Non siamo né populisti  né schiavi..siamo diversamente abili”.