fbpx

Reggina, i giocatori al lavoro sul Lungomare per ripulire le aiuole [FOTO]

/

13La pesantissima retrocessione in serie C e i giocatori amaranto che si ritrovano a pulire le aiuole del Lungomare, sostituendosi di fatto agli ex Multiservizi di cui in città si sente la mancanza con un degrado senza precedenti: in realtà non è la punizione che il patron Lillo Foti ha voluto dare a Di Michele & company per i pessimi risultati sul campo, ma si tratta del più nobile progetto della Serie B Eurobet “Un giorno per la mia città“, che prevede di inserire al massimo le squadre calcistiche di serie B all’interno del tessuto sociale della città di appartenenza. E ieri era il turno delle attività legate al decoro urbano: ecco perchè i vari Fischnaller, Barillà, Pigliacelli, Lucioni e tutti gli altri, armati di motoseghe, guanti e taglia erba, hanno restituito decoro al chilometro più bello d’Italia.

12La Reggina – infatti – ha deciso di dedicarsi ad un’area del Lungomare di Reggio Calabria, scelto quale simbolo positivo della città, cartolina dello straordinario patrimonio paesaggistico dello Stretto: qui, sulla zona adiacente alla spiaggia, i giocatori amaranto hanno partecipato con un gesto concreto, oltre che simbolico, ad un’operazione di riqualifica e pulizia. Tanti i cittadini che hanno assistito con favorevole curiosità alle operazioni condotte dai calciatori amaranto che si sono prestati con grande disponibilità alle attività di ieri pomeriggio, come possiamo osservare nelle foto a corredo dell’articolo.

E’ un piacere rendersi utili – ha spiegato capitan Di Micheleoffrire il proprio contributo nella cura e valorizzazione di una città meravigliosa. Tanti dei miei compagni, arrivando qui, sono rimasti sorpresi ed abbagliati dalla bellezza del posto: è una fortuna poter vivere in uno scenario simile”.