fbpx

Reggina, eurogol di Dall’Oglio a Siena: dedica a Marco Salmeri [FOTO]

Dall'Oglio Marco SalmeriGol straordinario per Jacopo Dall’Oglio pochi minuti fa durante Siena-Reggina, partita valida per la 39^ giornata del campionato di serie B. Nonostante la retrocessione sia già aritmetica da più di una settimana, gli amaranto stanno tenendo testa a una delle squadre più forti del campionato che senza penalizzazione sarebbe al secondo posto in classifica.
Al 35° del secondo tempo, sul risultato di 2-0 per i padroni di casa maturato grazie a due gol davvero straordinari di Spinazzola al 12° del primo tempo e poi di Schiavone al 32° della ripresa (due tiri eccezionali da fuori sotto l’incrocio, imparabili per Pigliacelli), è arrivato il primo gol in serie B per Jacopo Dall’Oglio, il giovane centrocampista di Milazzo prodotto del vivaio amaranto.
Cresciuto al Sant’Agata, Dall’Oglio è stato lanciato in prima squadra da mister Atzori ed è stato una delle poche luci di un campionato disastroso per la squadra di Reggio. A soli 22 anni è stato leader indiscusso del centrocampo, con 33 presenze su 39 partite.
Il gol del momentaneo 2-1 è arrivato con un grandissimo tiro dai 30 metri che è finito sotto l’incrocio. Dopo il gol, il giovane della Reggina ha voluto dedicare questa prodezza a Marco Salmeri, il giovane calciatore del Due Torri morto domenica 27 aprile in un terribile incidente stradale verificatosi all’altezza del viadotto Montagnareale della A20 Messina-Palermo, a circa un chilometro dallo svincolo di Patti. Una tragedia che ha scosso Milazzo e dintorni.

Queste le dichiarazioni di Dall’Oglio nel post partita: “sono contentissimo per il mio gol tra i professionisti, peccato sia arrivato cosi tardi. Quando ho la possibilità di tirare, bisogna provarci sempre. Spesso mi dicono che devo tirare di più, ma io voglio tentare sempre a farlo. In tante occasioni ho preso pali e traverse, stasera fortunatamente è andata bene. La dedica è per Marco Salmeri, giovane compagno ai tempi del Milazzo prematuramente scomparso.  Era un calciatore del Due Torri morto in un incidente stradale, era un mio amico. Questo gol è tutto suo. Sono cresciuto in questa società, devo tutto alla Reggina. Siamo dispiaciuti per come è andata la stagione, per il presidente, i tifosi. La linea verde è un punto di partenza, il prossimo anno diversi ragazzi dovranno confrontarsi con il calcio professionistico, auguro a loro il meglio. La mia posizione ideale? Posso giocare davanti alla difesa o mezz’ala, con Atzori giocavo mezz’ala, un ruolo che sento più nelle mie corde. Adesso io spero di far bene in queste ultime partite e ciò che accadrà si vedrà. Ho altri tre anni di contratto con la Reggina e se il presidente mi vuole qui a tutti i costi, io resto perché devo tanto a questa società“.