Polemiche per Scopelliti in Giunta, botta-risposta tra Magorno e Stasi: “tutte bugie”

Scopelliti Giuseppe Reggio Calabria

Scopelliti04“E‘ sempre piu’ evidente che alla Regione Calabria si e’ perso il senso della misura. E’ grave che Scopelliti, oggi, abbia di fatto presieduto la seduta di Giunta. E’ come se avesse voluto mettere la sua firma sulla destituzione del dirigente dell’ASP di Cosenza, Scarpelli“. Lo afferma, in una dichiarazione, il segretario del Pd della Calabria, il deputato Ernesto Magorno. “Scopelliti ha voluto cosi’ dare prova – aggiunge – che si e’ scatenata una vera e propria faida all’interno del Nuovo centrodestra. Ha sostituito Scarpelli dopo che i fratelli Gentile non l’hanno votato alle elezioni europee e dopo averlo tenuto in carica mentre era sospeso dalle sue funzioni dalla magistratura”. “Oltre a questo – dice ancora Magornosi rappresenta, inoltre, una situazione che da’ l’idea di una regione sottoposta al saccheggio, mentre i governanti sono in fuga dopo la caduta dell’impero. Infatti, e’ stato nominato, senza il voto dell’Udc e di Forza Italia, Alessandro Moretti, esponente di una lobby romana vicina a Scopelliti e del subcommissario Andrea Urbani. E’ giusto che i calabresi sappiano che ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza democratica“.

Il Presidente (f.f.) della Giunta regionale Antonella Stasi precisa che prima della riunione odierna dell’esecutivo, l’ex Presidente Giuseppe Scopelliti, giá a palazzo Alemanni per recuperare i propri oggetti personali, ha salutato gli ex assessori ed é andato via. Solo successivamente hanno avuto inizio i lavori di Giunta, conclusi intorno alle 19 e 20. Appare pertanto non corrispondente al vero la ricostruzione del segretario del Pd Magorno il quale cita fatti, persone e circostanze senza alcun fondamento.