fbpx

Palermo, omicidio libraio: assolto imputato dopo 14 anni

1200585-tribunaleAssolto definitivamente Ivan Sestito, 32 anni, imputato dell’omicidio del libraio Livio Portinaio, ucciso a Palermo il 9 novembre del 2000; ad emettere la sentenza è stata la quinta sezione della Cassazione.

Sestito era stato condannato in abbreviato prima a 16 e poi a 10 anni, ma la Cassazione aveva annullato con rinvio la condanna alla pena più alta; dopo una lieve riduzione, decisa nel secondo processo di appello, il nuovo ricorso alla Suprema corte ha portato all’annullamento senza rinvio della sentenza che aveva dichiarato la colpevolezza dell’imputato.

Ad oggi rimane solo un colpevole, Maurizio Gentile, condannato a 22 anni in un altro troncone dello stesso giudizio. Gentile, infatti, risulta essere stato l’unico esecutore del delitto, commesso al termine di un tentativo di rapina andato male, mentre Sestito fu solo un testimone.

Livio Portinaio era un librario molto conosciuto a Palermo, soprattutto da studenti di almeno tre generazioni, che si recavano da lui per comprare libri nuovi e usati; la sua ultima sera la trascorse con Gentile e Sestito, fino a quando fu ucciso per essersi rifiutato di consegnare il provento degli incassi della vendita dei libri, che portava con sé.

Si ricordi che Sestito aveva trascorso in carcere circa un anno, Gentile, invece,  è in cella dal 2009.