fbpx

Palermo, condannato all’ergastolo il carceriere di Di Matteo

images La corte d’assise d’appello di Palermo ha condannato all’ergastolo Angelo Longo, ritenuto capo della famiglia mafiosa di Cammarata (Ag), accusato di essere stato uno dei carcerieri del piccolo Giuseppe Di Matteo, figlio del collaboratore di giustizia Santino, rapito strozzato e sciolto nell’acido dopo oltre 300 giorni di prigionia. In primo grado Longo era stato condannato a dieci anni solo per l’accusa di mafia e assolto dall’accusa di sequestro aggravato dalla morte della vittima.