fbpx

Altri mille immigrati sbarcati oggi in Sicilia, tra loro anche un cadavere

Immigrazione: Marina soccorre 6 imbarcazioni, 1.000 migrantiSono un migliaio i migranti giunti nelle ultime ore in Sicilia. Circa 300 – per l’esattezza 297 – sono stati soccorsi in tre diverse operazioni effettuate dalla nave Scirocco nel Mediterraneo nell’ambito di Mare Nostrum e sono stati trasferiti a Pozzallo. Uno di loro, un giovane eritreo, eta’ 20-25 anni, era gia’ morto quando i militari lo hanno trasbordato: il decesso potrebbe essere dovuto agli stenti del viaggio ma, non e’ escluso, anche a lesioni riportate durante il viaggio o prima di imbarcarsi. La Questura di Ragusa, infatti, ipotizza anche l’omicidio e la Procura ha disposto per l’autopsia. A questi numeri si aggiungono quelli della nave della Marina militare Libra, a bordo 453 migranti, tra cui 104 donne e 25 minori, soccorsi nel Canale di Sicilia: sbarcati a Porto Empedocle sono stati condotti a villa Sikania, a Siculiana, eccetto alcune famiglie e minorenni ospiti di strutture piu’ piccole, molte delle quali messe a disposizione dall’arcivescovado. Altri 300 migranti, infine, sono stati soccorsi in due interventi in mare e trasferiti a Catania. La Lega attacca e di fronte a queste cifre il segretario Matteo Salvini, che oggi ha dato il via alla nuova campagna del Carroccio dal Cie di Ponte Galeria a Roma, lanciando l’idea di un referendum che reintroduca il reato di clandestinita’, chiede la testa del ministro dell’Interno: “Alfano dimettiti, non sei capace, non sei un ministro. L’Italia subisce un’invasione che non ha precedenti e lui non riesce a controllare: gli consiglio di cambiare lavoro per il bene degli italiani”. Ma il Carroccio ha voluto vedere chiaro anche sui costi di Mare Nostrum e attraverso il deputato leghista Marco Marcolin, secondo il quale l’operazione e’ “un fallimento” e “i clandestini vengono portati in alberghi a cinque stelle facendogli credere che questo sia il Bengodi”, ha presentato un’interrogazione al ministro della Difesa. Roberta Pinotti ha risposto oggi al question time, esponendo le cifre: “Mare Nostrume – ha detto – costa circa 9,3 milioni al mese, di cui sette per il funzionamento dei mezzi, il resto per le indennita’ del personale. Oneri coperti con l’ordinaria disponibilita’ di bilancio del ministero”, visto che “non sono intervenuti provvedimenti di finanziamento ad hoc”. Ma Mare Nostrum, che comunque “e’ un’operazione a tempo” per la quale “anche l’Europa dovra’ fare la sua parte”, non e’ solo costi, ma anche vite salvate: 27.790 i migranti soccorsi finora, 3.034 dei quali minori; e 207 gli scafisti arrestati o denunciati. Non solo. A causa dei conflitti nel nord Africa e regioni limitrofe, “la tipologia dei migranti e’ profondamente cambiata e circa i due terzi hanno i requisiti per chiedere asilo”. Dichiarazioni che non sono bastate a fermare le polemiche e hanno innescato le bordate di Forza Italia: “Oltre 9 milioni di euro al mese vengono sottratti al bilancio della Difesa per trasformare la nostra Marina in un taxi per clandestini”, ha commentato il senatore Maurizio Gasparri. In scia il collega Pierantonio Zatterin: “9,3 milioni al mese sono decisamente troppi”.