fbpx

Milazzo (Me). Sviluppo sostenibile, gli ex alunni del “Majorana” ne parlano con gli studenti di oggi

DSC_85271Il viaggio a ritroso nella storia dei 50 anni del Majorana di Milazzo prosegue  nell’Aula Magna dell’Istituto. Ospiti, in qualità  di ex alunni della scuola, l’ingegnere dell’Enel di Milazzo,  Antonio Gitto, e gli ingegneri  della RAM di Milazzo, Ezio Ollà e Claudio D’Amico.  Con perizia, professionalità e chiarezza, hanno parlato di sviluppo sostenibile, fonti di energia alternative, energia rinnovabile, eco sostenibilità dell’ambiente. “Momento di crescita della scuola – afferma il dirigente scolastico, prof. Stello Vadalà – è fornire sempre nuove opportunità di confronto ai giovani allievi. Quando peraltro gli apporti vengono da ex alunni l’orgoglio è maggiore”. Particolare momento di commozione nella mattinata il ricordo del padre dell’Ing. Claudio D’Amico,  l’ing. Nello D’Amico, cui si deve, proprio cinquant’anni orsono, nel lontano 1963, la battaglia sul campo per la nascita della scuola come sede staccata dell’Istituto Industriale Verona Trento di Messina. Grande attenzione della nutrita platea, costituita dagli allievi delle quinte classi, quella rivolta ai relatori. La conferenza è stata arricchita da momenti musicali, cui hanno contribuito gli studenti della scuola. Le sonorità e le vocalità sono state curate da Piero  Crimaldi e Davide Borgia, in collaborazione con il prof. Girolamo Criscione. A margine della conferenza, “La Sicilia di Ficarra e Picone”, interpretata da Lucia Cambria e Tindaro Di Pasquale. “Grande il risultato – afferma la prof.ssa Scaffidi – grazie al lavoro di équipe e al supporto di una dirigenza sempre propositiva e pronta a sostenere le iniziative promosse e coordinate in stretta collaborazione agli ex allievi. Un viaggio intrapreso, in mezzo secolo, durante il quale la scuola ha sempre raccolto l’affetto di quanti negli anni l’anno    frequentata”. Prossimo appuntamento con “I  50 anni del Majorana “ mercoledì 28 maggio.