fbpx

Milazzo (Me): Cga di Palermo ribalta tutto, Consiglio comunale decade di nuovo

MilazzoNel tardo pomeriggio di ieri il Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo si è pronunciato sul ricorso presentato dall’Amministrazione comunale di Milazzo, con l’assistenza dell’avv. Fulvio Cintioli, avverso le due precedenti ordinanze, una di settembre 2013 e una di febbraio 2014.

I magistrati del Consiglio di giustizia amministrativa hanno revocato le due precedenti ordinanze che avevano “congelato” il dissesto e riammesso i consiglieri, respingendo anche l’appello cautelare proposto con i due ricorsi.  Determinante per questo nuovo “ribaltone” sarebbe stata la recente sentenza pronunciata della Cassazione sulla giurisdizione degli atti riguardanti il dissesto. La Suprema Corte aveva infatti stabilito lo scorso 13 marzo la competenza esclusiva della Corte dei Conti e degli atti discendenti dalla deliberazione dello stesso organo.

A seguito dell’Ordinanza del Consiglio di giustizia amministrativa che ha revocato le precedenti ordinanze, rimandando a casa il Consiglio Comunale e facendo rivivere il dissesto, il sindaco Carmelo Pino ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Alla luce di quanto registrato in queste opere possiamo dire che la pazienza e la tenacia nel saper attendere, alla fine, sono state premiate. Il CGA ha coraggiosamente posto rimedio ad una lunga serie di equivoci che avevano penalizzato principalmente la città di Milazzo. Ripartiamo da dove avevamo interrotto il cammino del risanamento e della rinascita.Una interruzione dovuta alla testardaggine ed alla volontà di alcuni che non volevamo certamente il bene della nostra comunità, trascinando in questo vortice negativo anche quei consiglieri che avrebbero potuto, dalle diverse posizioni, lavorare per il bene comune. Invece abbiamo assistito a mesi e mesi di logoramento e del nulla politico”.