fbpx

Messina: la scuola “Albino Luciani” di Fondo Fucile è circondata da rifiuti [FOTO]

/

Perimetro scuolaA che serve avere un “Super-Manager” in tema di rifiuti se la raccolta degli stessi nelle strade cittadine continua a non avvenire con regolarità e ci sono zone della città in cui montagne di immondizia giacciono in strada da almeno 10 giorni?“. Inizia così la nota congiunta del consigliere comunale di Messina Claudio Cardile e dei consiglieri della III Circoscrizione Sciutteri e Trino. I tre denunciano uno stato di vera e propria emergenza igienico-sanitaria a ridosso della Scuola Albino Luciani di Fondo Fucile, dove da più di 10 giorni non vengono raccolti i rifiuti.

Come si può pretendere che i cittadini si sottopongano al “salasso Tares” (e tra poco arriverà la TARI) se la qualità del servizio continua ad essere così pessima? E che dire se ad essere “dimenticati” in strada sono enormi cumuli di rifiuti proprio a ridosso di un plesso scolastico e di una baraccopoli, con i rischi che ciò comporta in termini di salubrità dell’ambiente per i piccoli bambini che, volenti o nolenti, devono passare a ridosso dei rifiuti e respirare aria ammorbata?“, continua la nota, indirizzata a sindaco, assessore all’ambiente, Asp Messina e MessinAmbiente.

Basta transitare lungo il perimetro del 13° Istituto Comprensivo “Albino Luciani” di Fondo Fucile – denunciano Cardile, Sciutteri e Trino – per rendersi facilmente conto della situazione inverosimile! Là dove l’Istituzione Scuola e i Padri Guanelliani fanno quotidianamente sforzi enormi per togliere i minori dalla strada favorendo la cultura, il rinforzo scolastico e la prevenzione delle classi disagiate; là dove il rilancio dell’azione di risanamento dovrebbe essere una priorità; là dove l’Amministrazione Comunale vorrebbe realizzare verde pubblico (?) abbattendo le baracche che da sole bastano a rendere degradata l’intera zona..… non si riesce nemmeno a smaltire i rifiuti solidi urbani, determinando precarie condizioni igienico-sanitarie per la popolazione del rione!“.

A chi bisogna imputare questi costanti disservizi? E’ questa l’attenzione più volte sbandierata che questa Amministrazione ha nei confronti delle classi più svantaggiate della nostra città?“, conclude la nota.

In allegato alcune foto che testimoniano la situazione negli immediati dintorni della scuola.