fbpx

Messina, Polizia Municipale in stato di agitazione: il CSA scrive al Comune e al Prefetto”

palazz zanca grande nuovaOggi è il 1° maggio, festa del lavoro…300 precari comunali, nonostante i proclami dell’Amministrazione, che tramite notizie di stampa, dichiarava di aver trovato le risorse per i mesi di maggio e giugno, festeggeranno con meno lavoro…purtroppo con i proclami né si amministra nè si mantengono 300 famiglie. Lo afferma in una lettera aperta inviata dal coordinatore provinciale dott. Pietro Fotia Al Sig. Sindaco Comune di Messina, Al Sig. Assessore alle Politiche del Personale,  Al Sig. Segretario Generale – Direttore Generale, Al Sig. Ragioniere Generale, Al Sig. Dirigente Dipartimento Risorse Umane e per copia A S.E. il Prefetto, Ai Sigg. Consiglieri Comunali e A tutti i dipendenti a tempo determinato.

Stante quanto sta avvenendo è il momento di dire BASTA…vogliamo dati certi, non proclami…le risposte a semplici domande:

Esistono le risorse per l’integrazione oraria? La dirigenza, i revisori dei conti esprimeranno parere favorevole? Il comune ha la capacità finanziaria per l’integrazione oraria?

E’ intenzione dell’Amministrazione garantire i servizi pubblici essenziali quali sociale e polizia municipale? In questi due campi intende continuare solo con proclami, vedi Palanebiolo(profughi, con problematiche h 24), ordinanze anti tir, isola pedonale, controllo del territorio ecc? o finalmente trovare le risorse, che in base alla legge possono essere assegnate in deroga al personale interessato?

Altre risposte si attendono nel piano di riequilibrio, che si rammenta, che per quanto attiene le problematiche attinenti il personale, dovrà preventivamente essere inviato alle OO.SS.

Nel piano di riequilibrio, dovranno essere inserite non solo le risorse necessarie per la stabilizzazione, ma anche lo scadenziario delle assunzioni…

Altre domande si pongono sul piano triennale delle assunzioni:

Quando verrà convocato il tavolo tecnico per discutere delle modalità assunzionali? Risponde al vero che l’Amministrazione, vuol procedere in via di principio alle assunzioni del personale di categoria A e B, correndo il rischio di non poter procedere alle altre assunzioni, in special modo quelle attinenti i servizi pubblici essenziali? E’ intenzione dell’Amministrazione, come si mormora, procedere all’assunzione in mobilità di 3 dirigenti, togliendo risorse per la stabilizzazione-assunzione per decine di persone?

Qual è il rapporto spese correnti spese del personale? Se il rapporto sarà favorevole si procederà all’assunzione del personale che opera nei servizi pubblici essenziali, con la quota più favorevole per essi prevista, che arriva per i vigili urbani addirittura al rapporto 1/1( per un pensionamento un’ assunzione)?

E’ intenzione dell’Amministrazione, informare il personale che la legge “D’Alia”, prevede la possibilità di assunzione diretta per il personale di categoria C e D, purchè accetti il declassamento?

Questa O.S., avverte che se non si procederà entro breve termine, ad iniziare le procedure per risolvere le problematiche esposte, verranno proclamate( in questo caso ai proclami seguiranno i fatti…) tutte le azioni di lotta che la vigente normativa consente a tutela dei lavoratori…