fbpx

Messina, aveva un museo dello scasso e la luce la pagavano i cittadini

poliziaIeri mattina gli agenti della Squadra Mobile hanno effettuato un controllo al Villaggio Cep, imbattendosi in un box ultra-rifornito: palanchini, leve, grosse viti filettate. Ma anche chiavi, piedi di porco, un cannello collegato con tubi a due bombole e piastre metalliche utilizzate per la forzatura delle casseforti. Arnesi da scasso in piena regola, posti in bella evidenza all’ingresso del locale, affiancati da svariati parti di scooter, sulla cui origine si sta indagando. Di più: la luce all’interno del box era gentilmente offerta dai contribuenti, tramite un allaccio abusivo alla pubblica illuminazione. E’ ovviamente scattata la denuncia per il proprietario del bene, sia per il possesso ingiustificato di utensili atti allo scasso, sia per furto di energia elettrica.