fbpx

Messina, 2.5 milioni di euro in meno nell’arco di tre anni. La Cisl lancia la sfida sui servizi sociali

assemblea servizi sociali 23 maggio 2014Nella giornata di ieri, presso la sede della Cisl di Messina, si è tenuta l’assemblea degli operatori dei servizi sociali, un’iniziativa promossa dal segretario generale Tonino Genovese, con l’attivo coinvolgimento di numerosi addetti del settore. L’appuntamento era stato fissato all’indomani della pubblicazione dei bandi di gara per far sì che la vasta platea potesse ragionare collettivamente sulle criticità all’orizzonte, prefiggendosi l’obiettivo di formulare proposte concrete, destinate a dare qualità e modernità ai servizi sociali cittadini.

Anziani, minori, disabili e famiglie – rilevano le fonti sindacali – hanno impegnato il bilancio comunale per circa 10,4 milioni di euro, ma il trend dell’ultimo triennio non lascia presagire gli auspicati ritocchi verso l’alto. Anzi: la riduzione di oltre 2,5 milioni di euro dal 2010 ad oggi rappresenta, secondo Calogero Emanuele (Segretario Provinciale della Cisl FP), un sostanziale passo indietro e una sfida nella direzione della progettazione: “la copertura è stata sinora possibile solo grazie alla spesa prevista nell’ultimo bilancio pluriennale. Per i mesi del 2015 dei nuovi bandi  è necessario operare le giuste previsioni”. Da qui la posizione assunta dall’intera organizzazione: l’idea di elaborare una nuova piattaforma per “per garantire il principio del buon andamento della Pubblica Amministrazione guardando alla promozione dello sviluppo di un Welfare plurale”. Tutto verte sostanzialmente attorno alla valorizzazione di alcune parole chiave: pianificazione, formazione del personale, controllo, verifica e valutazione. Ma come declinare questa sfida? Qui la proposta della Cisl si sostanzia nella realizzazione di un federalismo solidale, un federalismo, cioè, che veda Comune, sindacati, realtà locali e Onlus pronte a cooperare per la realizzazione di un network incisivo ed efficace, ispirato ai principi del rispetto e della sussidiarietà.