fbpx
MALTEMPO,
ALLERTA METEO IN CALABRIA E SICILIA:
LA DIRETTA SU www.meteoweb.eu

Marcianò e D’Agostino (NCD): “Dal Pd le solite bugie, l’ospedale di Gioia Tauro non chiuderà”

images“Ancora una volta gli esponenti del Pd in campagna elettorale- dicono D’Agostino e Marcianò del Nuovo Centro Destra–  si rivelano professionisti della speculazione politica attraverso bugie volte a disorientare e creare allarmismo nei cittadini. Per prima cosa vogliamo fare chiarezza sul fatto che l’ospedale di Gioia Tauro non chiuderà! È una teoria surreale, categoricamente smentita dall’Asp di Reggio Calabria guidata dal dott. Franco Sarica. Questa classe dirigente, infatti, nel rispetto del Piano di Rientro che, grazie al Presidente Scopelliti, ha permesso alla sanità calabrese di avere finalmente i conti in ordine, sta pianificando tutte le azioni necessarie per potenziare il presidio di Gioia Tauro. Per fare qualche esempio, sono stati ristrutturati il reparto di Medicina e quello di Chirurgia, così come il Pronto Soccorso e il SUEM 118, a breve verranno completati i lavori degli ambulatori ospedalieri, inizieranno quelli per la nuova collocazione dei poliambulatori e, inoltre, saranno potenziate ulteriori attività specialistiche. Così come è bene specificare che verranno aumentate le strutture complesse: per logica, se ci fosse l’ipotesi di chiusura della struttura tutto ciò sarebbe impensabile, quindi sono gli stessi fatti a smentire le illazioni degli esponenti del Pd. Il tutto rientra nella strategia dell’Asp che vuole armonizzare i servizi sulla fascia tirrenica. Area che, per chi avesse la memoria corta, rispetto ai programmi dell’amministrazione regionale precedente sarebbe stato spogliata di tantissime attività. Questo gruppo dirigente, invece, è intervenuto per riorganizzare e potenziare anche altre strutture del territorio. Basti pensare che, ad esempio, a Palmi è stato attivato il punto di primo intervento, sono partiti i lavori di ristrutturazione per la dialisi e la camera iperbarica è stata di recente ammodernata ed è pienamente funzionante. A Polistena è stato completato il reparto di rianimazione, modernizzato quello di ginecologia e attivato il nuovo centro trasfusionale, oltre ai lavori di restyling dei reparti di cardiologia e psichiatria e del SERT, attivo per fine mese. A Rosarno è bene citare la ristrutturazione del poliambulatorio, a Oppido Mamertina il presidio è stato ristrutturato e ammodernato e accoglie lungodegenza, radiologia e punto di primo intervento. Per quanto riguarda la struttura di Taurianova domani verrà inaugurata la farmacia territoriale e verrà ristrutturata l’area della dialisi, tanto per fare qualche esempio. Tutte azioni fortemente volute dal Presidente Scopelliti nella qualità di Commissario per l’attuazione del Piano di Rientro che, in questi anni, pur lavorando sul riordino dei conti ha sempre prestato massima attenzione alle istanze provenienti dal territorio.
Fermo restando che chi rilascia dichiarazioni false su questioni di rilevanza sociale talmente importanti non comprende la pericolosità di allarmismi inutili e dimostra di non avere un minimo senso di responsabilità,quelli appena citati sono fatti concreti e visibili, che le inutili e becere speculazioni politiche a pochi giorni dal voto non possono minimamente delegittimare”.