Locri (RC): non vuole far vedere la figlia al padre separato e finge di essere minacciata con una pistola. Donna denunciata per calunnia

liteQualche giorno fa un’impiegata 38enne residente nella locride ha telefonato al numero di emergenza “112” dei Carabinieri, chiedendo l’intervento di una pattuglia dell’Arma presso la propria abitazione, asserendo che il suo ex compagno la stava minacciando con una pistola. All’esito delle indagini e dei successivi accertamenti, i militari operanti hanno escluso che l’uomo abbia minacciato (tanto più con una pistola) la sua ex compagna, che di fatto, alla fine, ha ammesso di aver effettuato una chiamata pretestuosa solo per far allontanare l’uomo dalla casa, dove questi si era recato per incontrare la piccola figlia nata dall’unione. Da qui la conseguente, doverosa denuncia per calunnia.