fbpx

Lazzaro (RC), rocambolesco incidente sulla SS106: auto finiscono dentro la rotonda! [FOTO]

/

DSC08159 (Medium)Lazzaro (RC). Ss 106 – “Noi siamo sempre qua a contare gli incidenti, i feriti e anche i morti. Per l’aggiornamento della statistica segnaliamo l’ennesimo incidente stradale registratosi nella nuova viabilità, rotatoria nord“: ad evidenziarlo è Vincenzo CREA, Responsabile del Comitato “Spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC Onlus.

Intorno alle ore 22,15 dello scorso 22 maggio il conducente di un’autovettura Fiat Punto vecchio tipo giunto all’altezza della rotatoria, non avendo potuto percepire in tempo utile la presenza della stessa ha proseguito dritto finendo la corsa dentro la rotatoria in fase di costruzione.

DSC08183 (Medium)Il forte boato ha richiamato l’attenzione degli abitanti della zona e dei passanti che hanno subito prestato i primi soccorsi al conducente e all’altro passeggero che fortunatamente non hanno riportato ferite. Sono intervenuti pattuglie della Guardia di Finanza, dei Carabinieri di Melito Porto Salvo e della Polizia Stradale, quest’ultima avrebbe rilevato l’incidente. E’ stato necessario l’intervento del carroattrezzi che tra non poche difficoltà ha provveduto a rimuovere l’autovettura e trasportarla in deposito a disposizione degli inquirenti. Analoghi incidenti si sono registrati il 15 e il 16 maggio, in quest’ultima data con un ferito che dovrà essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Il tratto di viabilità lato mare è al buio poiché ancora non è stata attivata l’illuminazione pubblica. Quest’ultimo incidente comprova, qualora ce ne fosse bisogno, quanto da me in precedenza ipotizzato ovvero che la rotatoria è estremamente pericolosa, quindi vanno presi immediati provvedimenti.

DSC08153 (Medium)Non passa giorno che nel tratto di strada che attraversa l’abitato di Lazzaro non si registrino incidenti, eppure nessuno si domanda perché. Certamente le cause dei sinistri sono tante e riconducibili nella quasi totalità dei casi ai comportamenti dell’uomo, prima di tutto l’eccesso di velocità e l’imprudenza, ma se i sinistri si ripetono negli stessi tratti e con frequenza quasi giornaliera potrebbero esserci anche delle colpe strutturali che andrebbero individuate e rimosse.  In ogni modo la circolazione stradale, nel tratto urbano di Ss 106 che attraversa l’abitato di Lazzaro,  non è sicura e la VITA delle persone è esposta ad alto rischio, perciò bisogna intervenire subito. Non si comprendono questi religiosi silenzi delle Istituzioni locali, questo inconcepibile apparente disinteresse dell’Amministrazione comunale. Visto che i diritti dei cittadini, in primis, il diritto alla VITA non vengono salvaguardati come si dovrebbe, sarebbe opportuno che il Governo nazionale provvedesse al taglio dei rami secchi, che sono un inutile costo per la collettività, specialmente in questo particolare momento storico di ristrettezze economiche che sta attraversando l’Italia. Per finire si deve ripetere che non c’è una valida alternativa alla 106. L’utilizzo dell’autovettura privata in questi ultimi tempi non ha fatto che crescere visto che i mezzi pubblici, tra l’altro, sono rari e poco raggiungibili. Il trasporto ferroviario non ha risposto alla crescente richiesta di mobilità specialmente studentesca e oltre ai notevoli disagi che l’utenza dovrà affrontare, viaggiare in treno costa molto di più che viaggiare con la macchina, soprattutto in questi ultimi tempi che hanno registrato un notevole aumento del costo del biglietto, infatti il prezzo di un biglietto da Lazzaro a Reggio e viceversa è di euro 3,60.