fbpx

Lazzaro (RC), brutto incidente in bicicletta a causa della strada dissestata [FOTO]

/

strada che si stava sprofondando DSC02547 (Medium)Nella mattinata dello scorso 8 maggio a Lazzaro (RC) il signor B.A. mentre percorreva con la bicicletta il tratto di strada di via nazionale, tratto in stato di forte dissesto, a seguito dei lavori di completamento della rete fognaria che dovrebbe condurre i liquami alla condotta situata nel torrente Oliveto giunto all’altezza del Km.18+II è caduto. Accompagnato dai propri familiari presso il pronto soccorso dell’ospedale di Melito Porto Salvo è stata certificata la seguente diagnosi “Contusione della gamba. Trauma contusivo gamba e piede sx con frattura del perone. Contusione escoriata regione frontale e ginocchio sx” E’ stato applicato apparecchio gessato. A ben pensarci sarebbe potuto andare peggio se durante la caduta fossero sopraggiunti veicoli o se avesse sbattuto la testa sullo spigolo dello spartitraffico di cemento alto non oltre 30 centimetri. In merito all’accaduto è stato notiziato telefonicamente il Vice Sindaco del Comune di Motta SG con deleghe ai  Lavori Pubblici- Viabilità, ecc. Intorno alle ore 8,00 del  giorno successivo si è provveduto finalmente a sistemare il tratto di strada. Un semplice intervento della durata di qualche ora. Con l’occasione si è provveduto a sistemare anche il tratto di strada nei pressi della delegazione municipale lasciato abbandonato durante un precedente intervento.

DSC07732 (Medium)A comunicare quanto accaduto è Vincenzo CREA, Responsabile del Comitato  spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC Onlus, che precisa:

Si deve evidenziare che sebbene i lavori siano stati completati da alcuni mesi non si è provveduto a ripristinare il tratto di strada oggetto di scavo. Atteso che l’arteria stradale in questione interessata dalla posa in opera della condotta fognaria presentava segni di sprofondamento, non escludendo che potesse franare col transito dei mezzi anche pesanti, lo scorso 6 febbraio abbiamo richiesto l’intervento dell’Ufficio tecnico manutentivo del Comune di Motta San Giovanni rappresentando anche la necessità di disporre che l’intero tratto di strada interessato dei lavori di cui sopra fosse ripristinato. Si è provveduto a sistemare soltanto il tratto che presentava segni di cedimento. Non si comprende perché quelle poche opere pubbliche che si iniziano non vengono portate a completamento. Di fronte a queste e ad altre gravissime inadempienze il Sindaco continua a lamentarsi delle numerose mie segnalazioni che continuano a pervenire all’amministrazione comunale di  Motta SG, ritenendo, tra l’altro, non poter sottacere la gratuità delle continue attività allarmistiche da me messe in opera sui vari temi. Rimango allibito di fronte a tali affermazioni rilasciate da una figura Istituzione quale il Sindaco, che tra l’altro non tiene conto che l’amministrazione comunale ricevute le segnalazioni si è sempre, nella quasi totalità dei casi, immediatamente adoperata colmando le gravi e ingiustificate inadempienze. In conclusione visto l’inutilità dell’assessorato ai Lavori pubblici e alla Viabilità del Comune di Motta SG sarebbe opportuno che se ne valutasse l’eventuale soppressione.  A mio avviso, come già scritto in altre precedenti segnalazioni, i Comuni sotto i dieci mila abitanti dovrebbero essere accorpati, visto le enormi difficoltà lamentate da alcuni Sindaci e in molti casi le incapacità di governare“.