fbpx

L’attore reggino Gennaro Calabrese nel nuovo tormentone “Va va va” di Enzo Salvi

imageApre il video del nuovo tormentone di Enzo Salvi “Va va va”, l’attore comico reggino Gennaro Calabrese. Da qualche giorno, gira in rete e nelle radio, la simpatica hit che farà scatenare quest’estate grandi e bambini. La canzone del comico romano più comunemente conosciuto all’interno e all’esterno del raccordo anulare come “Er cipolla”, Enzo Salvi, ha trovato la formula magica per esorcizzare la crisi e tutte le negatività di questo periodo storico. Con ”Va va va”, (sottotitolo: affanculo devi annà!)” primo singolo su etichetta One More Lab/OML Ironic edito da Don’t Worry Records, Salvi crea il nuovo tormentone, un pezzo divertente e ballabile che però, potrebbe diventare un rito liberatorio, un possibile nuovo inno per un paese, l’Italia, che per poter ricominciare deve prima eliminare tutte le scorie negative del passato. Il videoclip, firmato da Stefano Galasso, Eulin Lapardhaja ed Enzo Salvi, con le scenografie di Massimiliano Mereu , girato nei quartieri popolari di Roma, ha come protagonisti la gente comune che si mescola ad amici attori. Tra le tante conoscenze comiche (tra cui si possono citare Alberto Farina, Marco Capretti, Lallo Circosta, Fabrizio Di Rienzo, I Sequestrattori, Rocco Ciarmoli, Gianluca Giugliarelli), vi è anche il nostro attore reggino Gennaro Calabrese che apre il video “super coatto” consegnando le chiavi della sua macchina al proprietario di un distributore di benzina. E si aggiunge un altro importante tassello nella carriera dell’attore reggino Calabrese che, tra le numerose date del suo spettacolo teatrale “Torno a scuola” e il tour estivo in giro per tutta Italia, con molta umiltà e altrettanta professionalità, è riuscito a ritagliarsi un piccolo posto in quella “instant song” che se la prende con la crisi, le tasse, i politici, gli arbitri e tutto ciò che ci peggiora la vita.
“E’ una canzone molto orecchiabile e il liberatorio “vaffa” cantato in coro dalla gente dovrebbe far caimagespire a chi ci governa come sta il popolo italiano che, ogni giorno, deve sopportare il peso e la paura di perdere il lavoro, la dignità, di non poter dare un futuro ai propri figli – afferma l’attore Calabrese – Quando mi hanno proposto di partecipare al video ho subito accettato perché Enzo è un artista brillante, simpatico e molto intelligente. E’ riuscito a creare un testo che regalerà alla gente un sorriso, un momento di evasione e perché no, per molti potrà essere una forma di liberazione”.